L’uso dello zafferano in cosmesi antica – Crocus sativus e Ayurveda | Corso di Aromaterapia ayurvedica

Olio essenziale di Zafferano in Aromaterapia e Ayurveda

Lo Zafferano, sin dai tempi antichi, è sempre stato considerato prezioso. Il commercio di zafferano fu fiorente anche nel medioevo, tanto che già all’epoca esistevano le adulterazioni (la vendita cioè di piante simili…al prezzo di quelle vere!).

In Ayurveda lo zafferano viene usato come purificatore del sangue e come antiinfiammatorio. E’ considerato un afrodisiaco, oltre ad avere la particolare capacità di espandere le qualità di tonico di altre erbe (ad esempio Shatavari). E’ una pianta adatta alle donne, anche se l’odore attrae anche l’uomo che potrebbe usare l’Attar di Zafferano come profumo.

L’Attar di Zafferano è prodotto distillando gli stigmi del fiore dello zafferano in corrente di vapore, fissandolo nell’olio di sandalo. Il mix delle due essenze crea una profumazione che ricorda l’incenso e non a caso in Ayurveda questa pianta è considerata sattvica e portatrice di devozione (Bhakti).

La prima parte dell’Attar consiste in una nota d’incenso, di chiesa, alla quale segue un profumo frizzante e profondo (dato dal sandalo). Questo Attar è considerato il più importante per il chakra del cuore.

Lo zafferano fa parte di diverse formulazioni di oli ayurvedici, una delle quali è il Kumkumadi Taila. In questo caso lo zafferano dona lucentezza alla pelle e altre componenti del taila sono usate come antirughe e riparatrici della pelle.

Nella tradizione erboristica occidentale questa pianta così particolare e i suoi stigmi sono usati per regolare le mestruazioni e come antispasmodico, proprietà che gli vengono riconosciute anche in Ayurveda, nella quale è considerato un ottimo regolatore del sistema ormonale femminile.

Per il massaggio, un olio allo zafferano risulta interessante:

1- come antispasmodico, avendo anche funzione di equilibrante (rilassa e tonifica);

2- per migliorare la lucentezza della pelle;

3- come nutriente per un massaggio specifico per la donna, sebbene questa pianta non sia raccomandata in gravidanza.

Da un punto di vista sottile, lo zafferano eleva il chakra del cuore e restituisce una serenità trascendente. Questa qualità dal mio punto di vista viene ulteriormente rinforzata dalla presenza dell’olio essenziale di sandalo, col quale si sposa perfettamente.