Scegli e vai! Come eliminare le cose inutili, fare pulizia e aiutarsi con gli oli essenziali

In questi giorni sento che è il momento di scegliere. La netta sensazione personale che ho è che è arrivato il momento di fare chiarezza…L’energia di questo periodo secondo me richiede una veloce pulizia da tutto ciò che non è utile.

Per “non utile” intendo qualcosa che non sia più in armonia con quello che sei oggi, con ciò che vivi ora.

La scelta aiuta a fare pulizia…hai la sensazione di essere sommerso dagli oggetti? O potresti avere la sensazione di essere sommerso dalle cose che hai in armadio, o da quello che hai in casa, o in auto, o in garage…o in ufficio…o in te stesso…!

Cose inutili...rimedi e ricette aromaterapiche
Una valanga di roba...da eliminare!

Liberarsi dalle cose inutili non è un esercizio ascetico di rinuncia.

Fare un pò di pulizia profonda può aiutarti a:

1- renderti conto di tutti quello che hai…

2- riscoprire che hai delle cose che non ti ricordavi di avere (mi è capitato eccome!);

3- quando si è un pò più liberi, si pensa meglio e si spreca meno;

4- a volte ci sono circostanze, relazioni, rapporti che di fatto non servono più, ma che teniamo per abitudine.

Togliendo tutto questo potresti sentirti più rilassato…perchè le cose di troppo che abbiamo intorno richiedono continuamente energia per essere gestite (anche se non te ne accorgi!)

L’aromaterapia può aiutare in tutto questo? Forse sì.

A chi guarda il lato sottile e vibrazionale delle cose, non potrà sfuggire il legame olfatto – terzo occhio. Respirare un olio essenziale parla alla nostra vista interiore (se senti un aroma non ti viene in mente un’immagine?).

Alcuni oli essenziali portano naturalmente un senso di chiarezza e leggerezza. Tra tutti per esempio la menta, la più conosciuta è la Menta Piperita. Se provi a metterla nel diffusore, ti restituirà un senso di freschezza generale, con un odore pungente e sottile. Un odore direi che stimola e libera.

Spazi liberi...con l'aromaterapia e respirando oli essenziali
Spazio e libertà!

A me personalmente piace molto la Menta Arvensis, altrimenti detta menta dei campi, che ha una nota freschissima, ancora più fresca della Menta Piperita stessa, nella quale invece si percepisce qualcosa di dolce.

Messa nel diffusore, davvero sprigiona un profumo sottile e penetrante, fresco e rivitalizzante. Sconsigliata alla sera, diventa una vera gioia al mattino o durante il giorno, se hai bisogno velocemente di rivitalizzarti e magari di metterti lì a fare pulizie in tutti i sensi (all’esterno e all’interno).

Come si fa a sbarazzarsi di un pò di roba che continui a pensare indispensabile e poi di fatto non ti ricordi neppure di avere?

Pensando che senza tutta quella roba lì sei al sicuro esattamente come lo sei ora che ce l’hai. Spesso le cose che ci circondano sono una specie di copertina di Linus, che di fatto ci dà sicurezza e calore (simbolico). Di fatto poi ci ingombra, intasa, ci rende poco lucidi e ci richiede costantemente attenzione. Sei sicuro di volere tutto questo? O se non ti senti così, ti viene in mente qualche amico con questo tipo di problemi? A me sì!!!

Ecco una ricettina rinfrescante con oli essenziali mirati per aiutarti nelle “grandi pulizie d’autunno” (ti consiglio di farle ora…il momento è propizio!) – metti nel diffusore:

Un diffusore ultrasonico di oli essenziali
Sta andando il diffusore!

3 gocce di olio essenziale di Menta

3 gocce di olio essenziale di Limone

3 gocce di olio essenziale di Citronella di Java

Questo super mix lo puoi usare anche per il detersivo dei piatti e dei pavimenti, per dare una vera rinfrescata e pulita…in profondità!

Adesso mi alzo dalla scrivania e vado a buttare via qualcosa :-) o meglio ancora, a riciclarlo, donandolo a associazioni caritatevoli, persone nel bisogno, o mal che vada, cercando di fare almeno la raccolta differenziata.

Se decidi di fare pulizia anche tu o hai qualche riflessione in merito…scrivi un commento qui sotto! :-)

 

22 thoughts on “Scegli e vai! Come eliminare le cose inutili, fare pulizia e aiutarsi con gli oli essenziali”

  1. Grazie Elena, per questa riflessione puntuale e opportuna in questo momento, sia storico sia stagionale. L’autunno ci incoraggia a spogliarci del superfluo, di ciò che ci appesantisce o che ci ingombra inutilmente. Sta passando il tempo estivo dell’abbondanza, dell’esplosione di colori, dell’esuberanza energetica. Se, come i nostri amici animali, ci prepariamo ad andare in letargo, non possiamo portarci di tutto e di più nella tana… Oltretutto dovremo immagazzinare energia sufficiente per superare il rigore invernale, quindi non se ne parla proprio di disperderla in attività, pensieri, relazioni che ci chiedono troppo e ci sovraccaricano inutilmente… Perlomeno, questo è ciò che mi hanno insegnato i miei amici nativi americani… E grazie per aver menzionato la menta arvensis, che, personalmente, adoro! Al prossimo articolo!

  2. Ciao Elena,
    concordo con te la pulizia ambientale è una pratica importante di benessere psico-fisico-emotiva. Liberarsi da ciò che è inutile, che non usiamo più o non ci piace; fare posto al nuovo e fare spazio per accogliere ciò che invece ci piace, ci soddisfa è una parte fondamentale. Purtroppo non abbiamo la cultura e la filosofia di molte pratiche e attenzioni verso noi stessi e l’ambiente in cui si vive. La disposizione dello spazio racconta una parte di noi in quanto è una proiezione di noi stessi. Lo space clearing accompagnato dagli oli essenziali sarebbe bene effettuarlo almeno due/tre volte l’anno. Tutti gli oggetti che non ci servono più possono avere nuova vita, al tal proposito ho cercato in giro dei mercatini dell’usato per poter scambiare o vendere ho trovato a Milano il Mercatino di Baggio è aperto il sabato e domenica di ogni settimana andrò a vedere questo fine settimana come funziona se l’impressione è buona settimana prossima vi parteciperò. Buon space clearing a tutti!!!

  3. Ciao Elena, condivido che sia tempo di pulizie e soprattutto condivido che esistono oli che si possono associare a delle immagini. Io avevo una bisnonna che aveva l’abitudine di usare un profumo che le veniva portato da dei cugini francesi…. indovina un pò… era lavanda ed ora quando annuso l’o.e. di lavanda si rivedo lei e la sua energia vitale, pensa a 90 anni andava ancora in bici ed aveva un entusiasmo stupendo!Riguardo alle relazioni che teniamo stipate per abitudine dico solo che è bene avere poche conosce ma buone, in questo periodo più che mai ho fatto delle grandi pulizie in merito, esiste tanta gente che ti è vicina solo per proprio interesse ed approfittare della “bontà” altrui! Buona giornata e grazie Elena per questo articolo, e, soprattutto grazie per avermi fatto apriri gli occhi e l’olfatto sull’aromaterapia!!!Mi ha dato giovamento in molti casi e malanni 😉

  4. cara elena, ma chi ti ha mandato?? cioe’ ma che sei una maga? ci azzecchi in tutto …ormai e’ quasi da due mesi che sto facendo questo lavoro….e sabato vengono ad imbiancare…di bianco chiaramenet ! si davvero e’ importante farlo sono proprio daccordo! ho impiegato le mie due settimane di ferie, cara , altrimenti non ce l avrei mai fatta! ma quanta roba mmucchiamo? in piu’ mia figlia in questo è una campionessa…tiene pure i guanti spaiati che trova in giro! per non parlare dei foglietti e biglietti e cartoline…..un delirio….Ma ora penso di essere convinta di questo valore. prima mi dava conforto circondarmi di cose ora necessito di ordine per poter essere piu’ serùna. sto continuando con gorse
    un abbraccio

    1. Ahaha Giovanna mi hai fatto ridere…che forte, grazie! Sì gli oggetti danno conforto e calore (apparente). Ma nella mia esperienza intasano…anche la mente! A me capita che liberandomi di qualcosa, poi mi renda conto che ho tante altre cose…e di sentirmi più piena e serena…bene per Gorse, spero ti sia di aiuto!

  5. Come hai ragione Elena! Quanto bisogno ho di fare pulizia nella mia casa,ma soprattutto nella mia mente e nelle mie relazioni sociali o,per dirla tutta ,nella mia vita.
    Non è un processo semplice e qualche diventa quasi doloroso.Siamo troppo abituati a tenere “questo” perchè ci ricorda un viaggio,una persona,un momento…o” quello” perchè”me l’ha regalato “Tizio o Caio e non ci accorgiamo che così guardiamo solo indietro.
    La vita va avanti,nel male o nel bene,ma va avanti.
    Fare le pulizie ( non intendo lavare vetri o pavimenti o che altro),per quanto pesante e faticoso possa essere,ci permette poi di guardare oltre di vedere quanta luce c’è nella nostra vita anche quando questa ci sembra tutta dipinta di grigio.
    La difficoltà sta nel cominciare,ma tu ci hai dato un bellissimo imput…
    Coraggio,da stasera (prima lavoro),parte la mia piccola operazione di “recupero ambientale”…..e chissà che io non riesca a recuperare anche un po’ di me.
    Grazie perchè ci sei.

  6. Ciao elena, che dire, le pulizie a me piacciono! Ricordo quando andavo a trovare la mia nonna mi piaceva pulire il suo bagno, e mi soffermavo ad annusare il suo talco profumato alla rosa, la sua cipria, che naturalmente mettevo di nascosto, avevo più o meno 9-10 anni, mi piace ricordare la sua retina per tenere a posto i capelli anche di notte, i suoi asciugamani di lino con il pizzo all’uncinetto…..il suo bagno splendeva, e lei mi guardava un po preoccupata, non capiva lì per lì come mai una bambina non cercasse altri modi per giocare o passare il tempo! a me bastava un suo commento generoso ed ero felice. Mi stanco più facilmente, ma mi è rimasto sempre il piacere di pulire, sgomberare, lasciandare andare quando necessario tutto ciò che ci intasa attorno a noi e dentro(un po più complicato!..). Ciao Antonella

  7. mai parole furon più sagge!!! In questo periodo, personalmente, ho fatto davvero una gran pulizia dentro di me e coi legami che pesavano come fardelli sulle spalle da decenni…. ora mi hai dato una buonissima idea… approfitterò della tua ricetta per farmi accompagnare in una pulizia un po’ più “materiale” ma indispensabile!!!
    Grazie per il suggerimento!!!
    Elena

  8. Grazie Elena!! io sono colf …e proprio stamattina ho dovuto chiedere al mio capo dove buttare le immondizie ! il contesto del mio posto di lavoro e’ un po’ particolare….comunque mi rispecchia…..(questa pulizia doveva esser fatta da mia mamma……) invece adesso tocca a me !! e’ una pulizia profonda da fare ,nonostante la mia casa ne ha poco bisogno.Vorrei un tuo parere…
    Per quanto riguarda gli oli….secondo la tua professionalita’…hanno effetto inconscio?
    esempio:la lavanda io la percepisco sempre troppo forte e mi da’ fastidio…perche’?

    1. Cara Luciana, direi che tutti gli oli essenziali hanno anche un effetto inconscio. Anzi la maggior parte dell’effetto non è mai conscio :-) Fare pulizie è nel mio sentire un super esercizio di autodeterminazione e liberazione…troviamo, pulendo fuori, la forza di pulire anche dentro di noi. Per il fastidio: difficile da dirsi, le cause possono essere moltissime. Ti abbraccio

  9. E’ bellissima l’idea di fare pulizia dentro e fuori!Personalmente a me capita spesso,soprattutto in casa,mi guardo attorno e sento il bisogno di togliere…eliminare oggetti che non mi piacciono più o che penso siano inutili e, per questo ingombranti, mi fa sentire più libera e mi da una grande sensazione di benessere e pace…mi ci ritrovo molto in quello che dici…Userò l’olio alla menta per aumentare questa freschezza e per rigenerarmi!
    Baci

  10. Eh si, come i nostri armadi, i nostri cassetti e le nostre case anche il nostro corpo e la nostra mente hanno bisogno di essere “ripuliti” da tossine e pensieri pesanti…perchè come la materia anche l’energia va pulita e mantenuta sempre limpida e leggera.
    Lo richiede la stagione che stà arrivando, in autunno le foglie degli alberi piano piano cadono per lasciare che l’energia stia solo all’interno e si prepari poi a lavorare, dopo l’inverno, per dare nuova vita. E lo richiede anche questo periodo pesante che stiamo attraversando; hai ragione Elena si avverte proprio la voglia di cambiamento.
    L’olio essenziale di menta arvensis ce l’hoooo ed effettivamente l’ho utilizzato parecchio…sento che il suo profumo va molto in profondità e in qualche modo è un efficace e saldo aiuto. Grazie per i tuoi consigli che ci danno anche uno spunto di riflessione ogni nuova volta!

  11. Elena sembra che tu mi abbia letto nel pensiero…Mi è piaciuto moltissimo questo articolo…mi ci sono ritrovata tantissimo…Credo anch’io che l’Energia di questo periodo ha bisogno di un pò di pulizia…probabilmente questa imminente necessità è proprio nell’aria…vista che l’hanno sentita in parecchi…Mi sono piaciuti parecchio anche i consigli che hai dato…che al mio rientro a casa, sicuramente metterò in pratica!…e sono anche stra convinta che la sinergia di Oli essenziali che hai consigliato, mi darà una carica non indifferente per una Bella Pulizia salutare! :) Elena…Grazie Infinite…

  12. Cara Elena,
    ti seguo da tempo e molto volentieri perchè mi dai spunti veramente utili ed interessanti.
    Questo argomento capita proprio a fagiolo! Ho una casa che è un “casino” e forse rispecchia un po’ quello che ho nel cuore e nella mente. Sento proprio la necessità di “pulire e pulirmi”. Non vedo l’ora di assaporare questo profumo che pregusto già gradevole, magico e stimolante.

Comments are closed.