Un libro per te…sui fiori di Bach

Ciao! Oggi inauguriamo insieme la nascita di una nuova rubrica del blog, che si chiama “Un libro per te”. Di cosa si tratta? D’ora in poi, alcuni post del mio blog saranno corredati da una cosina particolare…tra le persone che lasceranno un commento all’articolo, ne estrarrò a sorte una alla quale invierò gratuitamente un libro.

Unica condizione per partecipare: che tu lasci un commento all’articolo e sia iscritto alla newsletter (o ti iscriva). Al resto ci penso io!

Per iniziare questa serie di post, oggi cominciamo parlando dei fiori di Bach. E il libro in regalo sarà sui fiori di Bach…ovviamente!

Libro sui fiori di Bach, come includere i fiori di bach nella tua vita
Il libro che puoi ricevere...di Flavio Facchini

Hai mai usato i fiori di Bach? Io sì, molte volte. Ti sei sentito meglio? Io sì…e ho avuto presto l’intuizione di usarli anche sul corpo. Pensare che un principio transpersonale sia da usare solo per uso orale mi sembrava restrittivo. E cosa curiosa, spesso i fiori di Bach si sono rivelati importanti aiuti in situazioni cronicizzate. Insomma, quando non si sa bene più cosa fare, o ci si rassegna.

In questo, mi viene in mente il fiore di Bach “Gorse”.

Flavio Facchini (l’autore del libro che ti invierò :-)) parla di Gorse come del fiore adatto alle persone che cercano la soluzione all’esterno di se stesse, e allo stesso tempo oppongo resistenza al processo di cambiamento interno.

Siamo stati tutti penso almeno una volta nella vita nello stato “Gorse”. Guardiamo più facilmente fuori che dentro…e tutte le scuse sono buone. Questo avviene spesso anche per i disagi fisici; proviamo tanti prodotti…prima di pensare che forse c’è da cambiare qualcosa dentro.

Per questo consiglio Gorse quando qualsiasi sintomo fisico tende a cronicizzarsi, a restare “fermo” nella persona. Non posso dire che questo fiore risolverà ogni cosa; ma se il corpo – e la mente – della persona ha bisogno di una sferzata di energia, di recuperare forze anche psicologiche per andare avanti, e possibilmente fare meno resistenza al messaggio che quel disagio porta…credo fermamente che Gorse sarà di aiuto.

Gorse è un fiore da utilizzare anche quando si vogliono attuare dei cambiamenti importanti nella propria vita. Se ti trovi davanti a una situazione che ti fa soffrire, ma non hai la forza di reagire, ti consiglio di provare ad assumere Gorse. A volte questo stallo doloroso diventa affanno fisico, e in questo senso per esempio un bagno al quale avrai aggiunto qualche goccia di Gorse si rivelerà molto più rigenerante di un bagno fatto solo col bagnoschiuma…

Gorse, fiore di Bach...e un libro per te!
Gorse...il Ginestrone

Se a questo recupero vuoi aggiungere un plus di energia, ricordati che puoi usare anche gli oli essenziali. Ve ne sono diversi che sono riattivanti; però per le sue proprietà particolari e il suo odore magnifico, ti consiglio di usare il Legno di Rosa (Aniba Roseodora).

Per il bagno è sufficiente versare 4-5 gocce di legno di rosa in una manciata di sale grosso e versare il tutto nell’acqua. Sul sale puoi versare anche 4-5 gocce di fiore di Bach, meglio dalla boccetta madre (non diluita).

Hai mai usato Gorse o il legno di rosa? Sarò felice di leggere la tua esperienza o le tue riflessioni!

NB: il libro sarà estratto tra tutte le persone che commenteranno questo post e saranno iscritte alla newsletter (o si iscriveranno). Se ti fa piacere condividere questa opportunità con gli amici, puoi condividere questo articolo su Facebook e Twitter.

A presto!

66 thoughts on “Un libro per te…sui fiori di Bach”

  1. Carissima le tue informazioni sono preziose come sempre…..” Se ti trovi davanti a una situazione che ti fa soffrire, ma non hai la forza di reagire, ti consiglio di provare ad assumere Gorse” riprendo le tue parole… credo faccia proprio al caso mio in questo periodo, proverò i bagni aromatici che ci hai indicato :)
    Questi ” magici ” fiorellini credo che ognuno debba averli nella propria ” dispensa” così da poter aiutarsi con il benessere che ci regalano :)
    Grazie come sempre un abbraccio

  2. Proprio oggi stavo scegliendo gli oli essenziali da comprare da usare nel brucia essenze e nei caloriferi! Sicuramente aggiungerò Legno di Rosa all’elenco!
    Oltre all’uso nel bagno caldo hai qualche altro consiglio?

  3. Carissima Elena, il Legno di Rosa l’ho conosciuto e studiato grazie a te e sto sperimentando in questi gg le sue proprietà…dapprima usandolo nella maschera, e poi sentendo il suo profumo…..per quanto riguarda i fiori di bach ne so davvero poco e mi piacerebbe approfondire le mie conoscenze….ti abbraccio!

    manu

  4. Ciao Elena, come sempre non finisci mai di stupirmi, personalmente non ho ho usato Gorse, ma ho fatto uso dei fiori di bache sia per via interna che per via esterna con ottimi risultati, e ti confesso che sottovalutavo la loro azione. Riguardo all’o.e. di legno di rosa, confermo è da tenere in casa ed io l’usata per degli unguenti per il viso e ho sperimentato anche ad aggiungerne delle gtt nella maschera d’argilla, a proposito per potenziare l’effetto aggiungo sempre un fiore di bach:crab apple…. faccio bene prof.ssa? :)

  5. Per ogni volta che non sono riuscita a capire e a reagire di fronte al dolore…
    Gorse e il suo giallo mi hanno donato un aiuto grandioso! Grazie a lui e a tanti altri piccoli amici dai mille colori e profumi sono riuscita a reagire e ad accrescere la stima in me … io posso!
    Mia cara Elena mi hai donato il ricordo di un grande fiore e del suo aiuto!
    Grazie

  6. Buondì Elena….sono Francesca e studio per diventare operatrice Ayurvedica.
    Mi sono ritrovata qui percorrendo il percorso invisibile che offre internet…e userò questo strumento per poter parlarti di un mio disagio (per l’appunto guardando quello che succede fuori, che è in contrasto con quello che succede dentro di me).
    Ho letto della tua vita e rappresenti per me l’emblema di una persona felice,che è per me chi segue le sue passioni e nel farlo si rende utile agl’altri. Ecco è quello che vorrei fare anch’io. Ma in questo mondo sembra che se non hai soldi il massimo che puoi fare è leggere qualcosa su internet ,ma questo mi provoca un senso di insoddisfazione che non voglio mi appartenga. Vedo corsi fantastici che vorrei fare ma purtroppo vivere a Roma (dove faccio attualmente il corso di Ayurveda) comporta tanti sacrifici….quindi penso che l’unica risorsa che potrei avere è conoscere persone che possono insegnarmi qualcosa come si faceva quando ancora non c’era internet….
    Hai qualche consiglio da darmi?
    Oltre al fatto che il tuo sito è fantastico e utilissimo.

    Per quanto riguarda l’articolo..bhè era proprio quello che cercavo per aiutare una persona che in questo momento si sente prigioniero in una gabbia d’oro costruitagli ad hoc e dalla quale non sa come liberarsi. Goccie di Gorse come se piovesse!!!

    1. Cara Francesca, grazie del tuo commento e delle tue parole.
      No, questo non è un mondo dove contano solo i soldi. Quando più di dieci anni fa ho fatto il passo fondamentale di licenziarmi da un posto fisso che mi garantiva lo stipendio, non avevo famiglia, casa, niente di sicuro e neppure un conto in banca (anzi, avevo pure qualche debito). La vita mi ha insegnato che la cosa fondamentale è quello che gli inglesi chiamano “mindset”, l’assetto mentale. Se per ora stai seguendo il corso di Ayurveda e non riesci a fare altro, considera che già seguire un corso di Ayurveda è un tassello importante per la tua vita. Quando finirai quello potrai seguire altre formazioni. Se ti sembra che il corso che stai seguendo non basti…per esempio perchè non vieni nella Casa degli Speziali? Il costo è minimo, e ti permetterebbe di stare con altre persone con un percorso simile al tuo e di seguire una mia lezione online ogni mese. Pensaci. Qui trovi tutte le info su come aderire alla Casa degli Speziali, che è un gruppo su Facebook supervisionato da me. Ci sono persone di tutta Italia…forse più che un corso nuovo ti manca il contatto con persone come te? Fammi sapere, noi ti aspettiamo a braccia aperte. E se ti va iscriviti alla newsletter, è completamente gratuita e veicola sempre info interessanti. Un abbraccio sentito!

  7. questo fiore è proprio quello che mi serve in questo momento. tra pochi mesi dovrò prendere una decisione importante, continuare il mio lavoro che mi piace molto ma è a più di 200km da casa oppure fare la mamma di tre piccole pesti. mi sa che andrò in erboristeria a prendere gorse.
    questo sito l’ho scoperto per caso, le cose più belle arrivano sempre per caso.

    grazie

  8. Ciao Elena,
    anche questo articolo è interessante e pieno di conoscenza, come tutti gli altri del resto.
    Personalmente non ho mai usato i fiori di Bach e nemmeno l’olio di legno di rosa…con te e tutti gli altri inquilini mi sono addentrata in un mondo fantastico dove,tutto ciò che ci circonda e riguarda madre natura può esserci di grande aiuto! Tra l’altro, notavo che il Gorse è un fiore bellissimo!
    Spero di utilizzarlo presto!Un abbraccio

  9. Buongiorno a tutti! Io uso i fiori ormai da un po’ ed ho cominciato, in un periodo molto “difficile” di stress lavorativo. In quel periodo, proprio “Gorse” mi ha aiutato ad alzarmi dal letto, nelle mattine in cui mi dicevo “non ne ho voglia”….quindi lo ringrazio tanto :) un abbraccio a tutti, barbara

  10. Ciao
    ho provato lo scorso anno “gorse ” poichè stavo cambiando lavoro e mi ha aiutato molto a vivere questa nuova esperienza in maniera positiva !
    non sapevo di poterlo usare per il bagno : farò tesoro di questi tuoi consigli !!!
    grazie
    pat

  11. Ciao,ho usato alte volte legno di rosa come “tonico” annusandolo direttamente dalla boccetta e come deodorante ma non avevo mai pensato di farne un sale da bagno,tanto meno di associarlo ai fiori di Bach….mi piace questa ricetta”esplosiva” di salute
    GRAZIE

  12. ciao …a tutti….l’olio al legno di rosa moscheta e’ il mio preferito..soppratutto d’estate per le gambe gonfie i polpacci!!!!!!!!!!!!!!!nel viso al mattino da una luce immensa anche alla mia piccola prima di andare a scuoila…..essenza di rosa bulgara metto due gocce in un secchio d’acqua di 9 litri e do lo straccio nei pavimenti ogni tanto lo uso per pulire i mobili…quando si entra in casa c’e’ un profumo delizioso che gli ospiti non escono piu’!!!!!!ciao jessica…grazie….i fiori di bach non ne so’ ancora tanto…

    1. Grazie Jessica per la tua testimonianza! A dire il vero il legno di rosa non è la rosa moscheta; l’olio essenziale di legno di rosa viene estratto da Aniba roseodora, che è un albero; mentre la rosa moscheta è proprio una rosa. Che meraviglia la rosa bulgara per profumare la casa! Un bacione

  13. ciao Elena,
    Mi sono ritrovata qui seguendo il filo invisibile di internet… una ragnatela che abbraccia il molto. Ho letto della tua vita e ho deciso di diventare una tua appassionata lettrice del tuo spazio. Ti ammiro come persona perchè segui le tue passioni e nel farlo ti rendi utile agli altri. Questo è il mondo che vorremmo vivere tutti , senza pensare al “dio denaro”. un mondo fatto di cose semplici come i fiori, i vecchi rimedi antichi che insegnavano i nostri avi quando ancora non c’era internet….
    Per quanto riguarda l’articolo.. ho passato un anno difficile con la malatttia e la morte di mia madre, ho dovuto essere forte per me e per gli altri . .. internet è diventato la mia valvola di sfogo: goccie di Gorse per tirarmi su. un bacio, a presto!!!

    1. Cara Tania grazie!!! Sì il mio scopo è proprio questo: vivere ciò che mi appassiona, rendendolo un servizio per gli altri. Credo fermamente che l’unica abbondanza vera sia l’abbondanza condivisa. Un abbraccio per la tua esperienza, che conosco perchè tempo fa ho perso la mamma anch’io. Un bacione grande

  14. ciao, la tua risposta mi è arrivata ad hoc. proprio questa mattina camminavo per strada e pensavo a come mi sentivo…ed in effetti spero tanto che il tuo fiore mi possa iutare
    gtrazie
    lo provero sicuramente!
    a presto
    giovanna

  15. Ciao Elena, l’olio essenziale di legno di rosa lo conosco e lo utilizzo. Proverò sicuramente il Gorse, che dalla descrizione sembra fatto apposta per me in questo momento. Grazie per i tuoi consigli. Un abbraccio. Laura.

  16. Io ogni tanto faccio i fiori . Ora sono in un momento che ne avrei bisogno. Non so cosa voglio fare da grande (ho 34 anni). Dopo un periodo abbastanza burrascoso sono arrivata alla conclusione che mi piacerebbe aiutare gli altri o con il massaggio( a casa sono piena di olii ) o con i fiori. In questi giorni , infatti , sono alla ricerca di corsi e libri che riguardano gli argomenti. Mi dai un aiuto sia nella scelta dei libri per incominciare ad avvicinarmi ai fiori che ai corsi sul massaggio ayurvedico e sui cordi di fiori di Bach.
    Sono della provincia Taranto. Grazie. E non ti nego che sarei felicissima di avere il tuo libro. Leggendo il tuo articolo ho avuto un’ ulteriore conferma che devo studiare i fiori.
    Grazie ancora

    1. Cara Annamaria, si può senz’altro scoprire anche a 34 anni di avere nuove aspirazioni… Libri sul massaggio ayurvedico ce ne sono, anche se di fatto “parlare” del massaggio è difficile, cosa si può dire di una pratica che è sensitiva e sensibile? Sull’Ayurveda e un pò anche sul massaggio c’è il libro di Maya Tiwari, I Segreti della Guarigione Ayurvedica; per l’Aromaterapia consiglio in genere Profumi Celestiali di Suzanne Fischer Rizzi, e per Bach credo sia ideale leggere proprio i suoi scritti. Prendi in considerazione di entrare nella Casa degli Speziali…che è un gruppo di appassionati proprio delle cose che vorresti iniziare tu…i libri forse non bastano, bisogna poter condividere questo amore anche con altri che sentono come te.Un abbraccio!

  17. Ciao Elena! Saro’ breve ma concisa: L’olio ess.al legno di Rosa mi e’ stato consigliato quasi 12 anni fa’ da un’amica di mio marito per le vie respiratorie di mio figlio….sono sicuramente incappata in una persona molto poco professionale ,in quanto ,mi ha fatto fare un leggero massaggio su schiena e dorso con ….senti bene …10 gocce !!!!!!!!!! NON RESPIRAVA PIU’ !!!Dopo averlo fatto presente…..mi sono lasciata andare all’istinto di mamma (Due ,tre gocce al massimo .Mio figlio era un neonato al tempo ..).Devo dire che in questi termini e’ stato un toccasana.Con l’esperienza della vita….mi sono poi accorta che il problema era un riflesso di me stessa.
    Per Gorse invece …forse ne avrèi bisogno in questo periodo…fatico a crescere…credo come tanti…sto’ cercando ancora la strada giusta .
    devo dire che i fiori di Bach sono entrati in casa mia anni fa’ e sono stati un valido aiuto per tutta la famiglia.GRAZIE !!

  18. ciao elena, grazie mille per le tue informazioni sempre molto interessanti. i fiori di bach li conosco abbastanza, non conosco l’o.e. legno di rosa, specie nel bagno e nel diffusore per ambienti. lo proverò senz’altro e lo consiglierò anche alle mamme che mi seguono col massaggio neonatale/infantile.
    un abbraccio.
    pinuccia.

  19. E’ da un pò che volevo scriverti.
    Prima di tutto grazie per gli interessanti articoli che invii, personalmente uso spesso i fiori di bach, li ho conosciuti più di quindici anni fa grazie ad una amica.
    Non conoscevo “gorse” del resto i fiori sono talmente tanti……
    volevo pure dirti che pratico pittura terapeutica, energia dei colori, che con i fiori
    ci sta molto bene.
    un abbraccio e grazie a tutte le persone che hanno scritto belle lezioni di cultura floreale

  20. ho letto il tuo articolo Elena e devo dirti che subito ho pensato” cavolo,ma perchè non mi è venuto in mente di usare Gorse ” Sto attraversando un momento difficile sotto tutti gli aspetti ed a volte penso di non farcela più.Sono pronta a gettare la spugna e fatico molto a continaure la mia lotta quotidiana.Pur conoscendo i fiori di Bach ed utilizzandoli nel mio lavoro,non ho pensato ad usarli per me…..Com’è strana la vita, a volte hai l’aiuto a portata di mano e neppure ci pensi!
    Grazie,grazie davvero!
    Silvana

  21. carissima Elena grazie davvero, adoro i fiori e li uso quasi regolarmente….in questo periodo ho preso white chestnut red chestnut e walnut….faccio da me ..pensieri fissi e senso di responsabilità esagerato, il legno di rosa non l’ho mai usato ma ovviamente è arrivato il momento di provarlo….amo la rosa in tutte le sue forme :)
    un abbraccio

  22. Grazie Elena, mi ha fatto davvero piacere leggere questo articolo così pieno di informazioni benefiche… proverò sicuramente..E’ da molto che mi affido ai fiori di Bach, e sento subito le reazione emozionale cambiare, e riportarmi allo stato positivo. ..;c’è una cosa che però non ho mai sperimentato, è quella dell’utilizzo anche nel bagnoschiuma…o aggiunto al sale grosso e agli oli essenziali….Domani di sicuro compro Gorse e il legno di rosa:..la rosa è un fiore che amo..
    Grazie!!!!!!
    Spero di iniziare il prossimo corso on line di ottobre con te..
    Ti ringrazio e ti mando un abbraccio!

    1. Cara grazie per il tuo apprezzamento! Sarei veramente felice di averti nel corso online che inizia a ottobre…scopriresti così che il legno di rosa ehmmm….non viene dalla rosa :-))))). Sì anch’io sento velocemente i cambiamenti usando i fiori di Bach…vedrai ti daranno soddisfazione anche usati in “nuovi modi”. Un abbraccio

  23. Ciao carissima,
    quando si dice il caso…che poi non esiste, te lo devo proprio raccontare: di recente ho avuto un bruttissimo problema con la cervicale che purtroppo mi ha costretta all’immobilità nell’ultima decade di agosto, è stata una terribile esperienza poichè avevo perso completamente l’equilibrio e soprattuto dovevo sopportare vertigini continue con problemi visivi e nausee con conseguenze disastrose.
    Quando ho iniziato a stare un poco meglio, seppur ancora non sono al massimo…purtroppo ho l’impressione di non uscirne più, e dopo varie visite, esami, trattamenti osteopatici, giorni fa ho deciso di consultare il libro sui Fiori di Bach per trovare un valido aiuto tra i miracolosi fiori amici. Pensando che il più appropriato fosse proprio “gorse”, l’ho scritto in un piccolo post it giallo come promemoria in attesa di acquistarlo, ed è poi rimasto attaccato sulla copertina del libro. Ma oggi magicamente….eccolo che mi riappare nella tua mail convalidandone l’intuizione e ricordandomi… di prenderlo quanto prima!
    Grazie magica Elena, un grande abbraccio. Vania

    1. Cara Vania, la cervicale così acuta è un’esperienza sicuramente provante…se hai la possibilità di acquistare una pallina di gomma molto morbida (non dura, deve essere tipo di gommapiuma) ti consiglio di sdraiarti e appoggiare sopra la testa alla pallina, collocandola sotto la base del cranio, e restare rilassata così quanto vuoi. Da provare! E bene per Gorse! Un abbraccio

  24. grazie per i preziosi consigli che sempre ritrovo nei tuoi articoli. Uso i fiori di Bach da anni per me e per i miei figli, sicuramente in qualche preparato consigliatomi avrò assunto anche Gorse , a chi non può servire….. per quanto riguarda il Legno di Rosa, è fantastico, qualche tempo fa ho fatto un massaggio aromaterapico ad una mia amica che
    ne ha goduto i benefici fin da subito…. davvero favoloso quello che da Madre Terra ci dona, se siamo capaci di goderne nel suo rispetto, s’intende!!
    A presto

  25. Certo, tutti a volte siamo un po’ “gorse”, ma la consapevolezza aiuta superare i blocchi. inoltre come tu ben insegni, la pelle, che è l’organo più esteso del corpo, è un ricettore fondamentale. Questi semplicissimi aiuti, possono veramente aiutare a stare meglio. Grazie per i tuoi continui aggiornamenti, che trovo molto interessanti e che soprattutto ci sollevano dalla tendenza ormai consolidata di considerare mente e corpo come entità distinte e dissociate. A Vania vorrei dire di farsi coraggio; anch’io ho brutti problemi di cervicale indotti o derivati da un mal posizionamento della mandibola e tuttora sto avendo difficoltà proprio con la mandibola, stai serena, sono problemi di lungo corso, ma si superano o per lo meno migliorano. grazie ancora.
    Maria

  26. Cara Elena,
    mi fa piacere vedere la tua passione per i fiori ed il tuo desiderio di farne parte con chi ne ha bisogno.
    Li conosco e li apprezzo da tanto tempo e li prescrivo ai miei pazienti con grande giovamento, tanto da aver pubblicato ”Odontoiatria e fiori di Bach” pe i dentisti e per i pazienti, con collegamenti con i colori, la fisiognomica, la postura ecc.
    Ti saluto con affetto
    Emma

  27. Uso Gorse in studio quando effettuo trattamenti di riflessologia plantare ne metto alcune gocce nel diffusore, soprattutto quando mi trovo a trattare persone che non riescono a guardare dentro se stesse. Che si lamentano e sono convinte che la colpa del loro disagio è di qualcuno o di qualcosa. Probabilmente temono di incontrare la propria ombra e di affrontare le loro responsabilità e per questo soffrono tremendamente oppenendo resistenze che si traducono sul piano fisico in rigidità e contatture o veri e propri dolori.

  28. L’o.e. di legno di rosa è fantastico, lo aggiungo come hai suggerito tu alle creme per il viso e per il corpo ed il suo effetto è veramente miracoloso sia per la pelle sia per l’umore senza contare che ha un profumo veramente intenso. Grazie per i tuoi suggerimenti sono veramente preziosi. Mi piacerebbe avvicinarmi al mondo dei fiori di bach io che sono “allergica” alle cure convenzionali sono proprio interessata a tutto quello che si può utilizzare in alternativa

  29. Cara Elena
    la mia passione per tutto ciò che di naturale cura è nata in me sin da quando ero piccola e tu mi hai aiutata con i tuoi consiglia a coltivarla e a farla crescere sempre di più.
    Mi è capitato di usare i fiori di Bach in momenti un pò critici; li assumevo regolarmente fino al momento del bisogno, poi quasi per magia, quando il mio problema si è corretto ho iniziato a dimenticarmi di prenderli…così capii che avevano “comunicato” con me in modo sottile con grande soddisfazione.
    A volte ci arrivano dei messaggi esterni che dovremmo imparare ad ascoltare e a cogliere; quando ho letto delle propreità di Gorse ho pensato che, proprio in qs periodo della mia vita, facesse al caso mio…voglia di cambiare, ma paura di farlo…quindi blocco e immobilità.
    Il legno di rosa lo conosco e lo uso, grazie a te, ed ora sò che posso aggiungere alle sue proprietà anche quelle di Gorse per poter aumentare la forza che entrambi assieme ci possono dare.
    Naturalmente grazie di cuore!
    Valentina

  30. Carissima, sono felice nel leggere i tuoi articoli e i tuoi preziosi suggerimenti. Il bel fiorellino giallo lo terrò ben presente, grazie, e penso hai ragione, ci passiamo tutti. Anni fa all’inizio, inizio di questa strada ti ho incontrata proprio cercando su internet…e mi hai aiutato a fare il primo passo nel mondo dei massaggi. E oggi sono toccata che sarai sempre tu ad aiutarmi ad iniziare un’altra strada: entrare nel “fantastico mondo di internet”. Un abbraccio con amore. Margherita

  31. Io ho usato Gorse l’anno scorso dopo una brutta diagnosi di malattia, devo dire che mi ha aiutato molto, per questo motivo sono interessata a conoscere meglio i fiori di bach e l’aromaterapia. Un saluto a tutti Lucia

  32. ciao Elena grazie per avermi già spiegato questo splendido fiore penso di andare in erboristeria e comprarlo ne ho di bisogno,devo prendere una decisione importante per il mio lavoro,sono certa che mi aiuterà.Grazie di cuore a presto Maria

  33. Ciao Elena,

    sono in cerca di un libro etimologico dei fiori. Vorrei conoscere la radice dei vari nomi e le loro derivazioni. Una specie di dizionario etimologico. Non riesco a trovare niente del genere, solo il significato simbolico o le proprietà. Potresti per caso suggerirmene uno?

    Grazie mille.
    A presto

Comments are closed.