Rinnovati! Trasformazione e risveglio…con oli essenziali e fiori di Bach

Rinnovarsi. Questa mattina mi sono svegliata con questa sensazione, e ho sentito dentro di me una sorta di “lavatrice” interiore. Un bisogno di freschezza, rinnovamento, e di idee nuove. Qualcosa che sta già succedendo e che sento di voler agevolare.

Questa sensazione forse ce l’hai anche tu. Sì, penso di non essere l’unica a vivere questo…Rinnovarsi, rinfrescarsi (un pò come si rinfrescano i muri di casa, quando si ridipingono) mi sembra una priorità assoluta ora.

Fiducia e trasformazione con i fiori di bach e aromaterapia
Al mattino...un riveglio che trasforma

Lo sto facendo…e in questa pulizia generale e rinnovamento, mi vengono in mente i fiori di Bach e gli oli essenziali. E poi mi viene in mente la sensazione di fiducia che ho…sì fiducia.

Il tema della fiducia credo sia centrale in tutta la nostra vita. E’ qualcosa di profondo e intimo, che anche biologicamente parlando ha radici molto interne. Penso all’amigdala, sede delle nostre paure ancestrali che se non viene messa un pò a suo agio (diciamo così) ci chiude in un mondo stretto e che ci pare sempre pericoloso.

Stimolare la percezione di fiducia attraverso dei rimedi della natura non è impresa facile, o meglio, qualsiasi cosa noi prendiamo, se non siamo disposti a fare veramente il “salto”, sarà acqua fresca. 

Questo è un concetto chiave secondo me. Moltissime persone in questi anni mi hanno chiesto rimedi facili per tutto, dalla depressione più profonda al brufolo sul viso. Tutto questo è lecito, ma il punto di vista che ci sta dietro è sempre lo stesso: far andar via ciò che abbiamo, senza pensarci troppo e possibilmente nel minor tempo possibile. Insomma la logica della “pillola”.

Anch’io quando ho un problema voglio risolverlo al più presto, ma non penso più che sia una sfortuna totale. Credo che il nostro corpo abbia un’intelligenza così profonda da poter produrre qualsiasi cosa al nostro interno. E se continuiamo a produrre dei sintomi, e continuiamo a volerli cacciare, diventa una battaglia tra noi e noi stessi…forse questo è l’inferno.

Risveglio e trasformazione con fiori di Bach e oli essenziali
Volando...

Allora partiamo da dove avevamo iniziato…dal rinnovamento e dalla fiducia. Una ricetta multiuso che prende in considerazione sia fiori di Bach che oli essenziali:

– Walnut

– Gorse

– Arancio dolce

– Ylang Ylang

Questa sinergia può essere messa nell’acqua del bagno (2 gocce max si arancio dolce, e 3-4 di ylang) o potrebbe essere una formula da diffusione (sì in realtà si possono diffondere anche i fiori di Bach…).

Walnut per me è il principe della trasformazione, un fiore che sostiene nel renderci più flessibili in tutto ciò che viviamo. Spesso la vita va, e noi facciamo attrito.

Gorse, che molti di voi amano, per dare una luce quando vediamo più facilmente l’ombra.

Arancio dolce, semplice essenza, che apre, rende solari, ristora e quieta.

Ylang ylang, un capolavoro “psichico” della natura e un principe della psicoaromaterapia, che migliora l’umore, distende e rasserena.

Conosci questi rimedi? Li usi? Se hai idee in merito sono qui per ascoltarti!

Iscrizione mailing di aromaterapia, cosmetici naturali, fiori di bach

6 thoughts on “Rinnovati! Trasformazione e risveglio…con oli essenziali e fiori di Bach”

  1. Ciao Elena,l’aiuto di Madre Natura è sempre prezioso specialmente se è unito alla volontà di trasformare il nostro disagio interiore.E’ più facile chiedere aiuto all’esterno piuttosto che guardarci dentro e renderci consapevoli che ciò che accade può essere cambiato da noi risalendo alle cause che ci hanno portato al malessere.La tua meravigliosa ricetta può essere un primo passo per iniziare un viaggo all’interno di noi stessi.Un abbraccio.

  2. Adoro Ylang ylang, confermo che migliora l’umore, distende e rasserena;proprio la settimana scorsa sono ricorsa a lui per aiutare un amico che stava male non tanto per il suo problema di salute quanto per le turbe psicologiche che lo tormentavano, gli ho proposto un massaggio con quest olio essenziale ed è stato bello vederlo subito dopo più disteso e meno in apprensione. Lo userò certamente di nuovo se ce ne sarà l’occasione!!!

    1. Credo che sull’Ylang ci sarebbe da scrivere un libro. Magari lo farò :-))) In tantissime occasioni si è rivelato utile, soprattutto in situazioni psicologicamente difficili. Grazie per aver condiviso questa tua esperienza! Sarà il caso un giorno di dedicare un superpost del blog proprio a questo fiore!

  3. Grazie Elena,in questo periodo anch’io ho un gran bisogno di rinfrescarmi e rigenerarmi.
    Seguirò i tuoi consigli!

Comments are closed.