Corso di Aromaterapia sotto la neve :-) : ricette per i geloni

Fa freddo…fa molto freddo! E per ora siamo sotto la neve :-)

Ho da sempre le mani e i piedi freddi, e ho scoperto di avere molti amici che hanno lo stesso problema. Problemino che quando fa freddo come in questi giorni…porta a usare immediatamente gli oli essenziali più riscaldanti che ci siano.

Cosa possiamo fare? Partiamo dall’idea che i geloni siano dovuti a:

– mancanza di una appropriata circolazione sanguigna a causa del freddo; la quale crea

– secchezza della pelle e conseguente

– infiammazione e fastidio, fino al dolore.

Il mio olio vegetale preferito in questo caso è l’oleolito di Iperico (Hypericum perforatum). Questo olio rosso rubino ha proprietà antiinfiammatorie ed è un migliorativo della circolazione venosa; inoltre aiuta la pelle a rigenerarsi.

Lo uso da anni, ed è un olio così versatile che potremmo definirlo il “rescue remedy” degli oli vegetali. Come dicevo prima è un oleolito; cioè una macerazione della pianta di iperico (i fiori) in un olio vegetale (spesso olio di girasole, o olio di oliva). Le sue proprietà antiinfiammatorie in genere non si fanno attendere, e per la pelle è un vero toccasana. Quindi in caso di geloni, ti consiglio vivamente di usarlo ungendoti generosamente.

Corso di Aromaterapia: oli essenziali per i geloni
Fiori...sotto la neve! Foto di Yamaken

Passando agli oli essenziali, ci sono molte possibilità.

Se cerchiamo un olio essenziale con proprietà circolatorie, potremmo scegliere il Rosmarino. Oggi che disponiamo anche di oli essenziali chemiotipizzati (analizzati e definiti secondo le loro componenti maggioritarie), potremmo scegliere il Rosmarino verbenone (non si usa per le donne incinte). Se non disponiamo di oli chemiotipizzati, utilizziamo il Rosmarino “generico” come attivatore della circolazione.

L’altro alleato antifreddo sicuramente è il Timo. Anche con il Timo incontriamo la chemiotipizzazione; se puoi scegliere direi prendi il Timo a linalolo, che è uno di quelli meglio tollerati da tutti. Il Timo è un’essenza che amo molto, che rinforza il sistema immunitario, e che sicuramente porta calore e circolazione dove ne abbiamo più bisogno.

Altro aiutante è l’Elicriso, così abbondante in Sardegna, che ha mille proprietà tra le quali l’essere antiinfiammatorio e circolatorio. Anche l’Elicriso è una pianta calda, che potrà dare sollievo.

Come uso tutti questi oli? In modo semplice. In un cucchiaio di olio di Iperico, versa 2 gocce di Elicriso, una di Timo, una di Rosmarino e poi applica questo olio sulle tue parti “ghiacciate”. Se hai la pelle molto rovinata e tagliata, usa soltanto l’Elicriso e aggiungi della Lavanda.

Non esagerare con le dosi, non stai giocando al piccolo chimico :-) e ricordati che gli oli essenziali sono concentrati quindi non hai bisogno di usarne molte gocce.

Prova…poi mi dici come va!

2 thoughts on “Corso di Aromaterapia sotto la neve :-) : ricette per i geloni”

  1. Ciao Elena, verissimo l’olio di Iperico è proprio un toccasana per la pelle. In questi giorni di freddo intenso o semplicemente quando ho la pelle molto secca e arrossata alla sera prima di coricarmi lo uso anche sul viso. E’ l’unico rimedio che funziona almeno per la mia pelle. Utilissimo anche in caso di scottature solari e non, stando però molto attenti a non esporsi al sole.

Comments are closed.