Aromaterapia per gli impulsi creativi…oli essenziali per sviluppare la tua Creatività

E’ ufficialmente primavera, e non so voi, ma ultimamente sto sentendo un grande cambiamento energetico. Mi sento risvegliare dall’energia dormiente e riflessiva dell’inverno all’energia creativa e fertile della primavera.La terra si sta svegliando e così anch’io.E’ naturale per noi esseri umani unirci ai nostri amici animali e uscire dal letargo di questo periodo dell’anno,chissà quanti di voi sentono l’impulso di iniziare nuovi progetti ed esprimere la vostra creatività.

Mentre l’energia della primavera ti sta attendendo, permettile di liberarsi in te dopo un inverno di riposo e portarti nuove possibilità di confronto. Alcuni di noi potrebbero trovarsi fuori allenamento intimiditi ad esprimere la loro creatività, mentre altri potrebbero semplicemente augurarsi di aumentare la spinta creativa. in entrambi i casi usando l’Aromaterapia possiamo aiutare ad emergere la nostra più intima creatività. L’integrazione di oli essenziali nel nostro processo creativo può aiutare a liberare i nostri blocchi, aumentando l’ispirazione e motivando le nostre azioni creative.

Ci sono modi diversi per utilizzare gli oli essenziali in questo senso, e uno dei miei preferiti è aggiungere qualche goccia di olio essenziale nel diffusore mentre inizio a creare…Alla fine, il tuo cervello associerà quel particolare profumo con la tua creatività e prenderà il volo senza sforzo!

Ylang ylang olio essenziale per AromaterapiaCreative Commons License Zaqqy via Compfight

Gli oli essenziali floreali sono meravigliosi per la transizione verso la primavera. Come fiori che si aprono quando le temperature sono più miti, questi oli possono aiutare la nostra dimensione interiore ad aprirsi all’ispirazione.

Il Neroli a mio parere è uno dei migliori oli essenziali in assoluto per attivare la creatività. Aiuta ad alleviare l’ansia connettendoci più profondamente con noi stessi.

Ylang Ylang è un altro profumo meraviglioso per l’ispirazione creativa. L’odore seducente dell’Ylang ci porta direttamente nei nostri centri creativi ed è particolarmente utile nelle creazioni sensuali, nelle prove culinarie artistiche, nei prodotti per il corpo  che siano armonizzanti.

Il Geranio*** allevia le tendenze perfezionistiche che possono essere uno dei più grandi blocchi per la creatività. E’ un grande olio per alleviare l’irritabilità e la frustrazione ed è particolarmente utile per superare il “blocco” creativo.

La Rosa è stata associata da sempre con l’amore e a buona ragione, questo olio essenziale è veramente di aiuto per aprire i centri del nostro cuore, permettendo di amare con fiducia anche dopo eventuali abbandoni. L’uso dell’olio di Rosa, in particolare Rosa Bulgara aiuta a evocare amore nel tuo cuore e ispirare una creatività di vera bellezza.

Il Gelsomino è un’altro dei più potenti oli essenziali per l’ispirazione creativa. La sua gioiosa energia aiuta a rimuovere le nostre inibizioni e liberare la nostra immaginazione. Aumenta la fiducia in se stessi permettendoci d’investire la nostra energia nel lavoro creativo.

Aromaterapia, Citrus aurantium Olio essenziale di Arancio amaro

 

Immagine del Koehler

Nel mio lavoro creativo mi piace usare anche:

il Patchouli, che come il Gelsomino è meraviglioso per connetterci alla nostra sensualità e creatività; il Patchouli introduce anche un elemento di terra nel processo, aiutando maggiore concretezza e fisicità nella creazione.

Penso all’arancione come colore della creatività, quindi è naturale che l‘Arancio dolce sia per me un olio da creatività, e il suo odore ci ricorda l’aspetto gioioso della creazione.

L’energizzante e riscaldante Zenzero è perfetto se hai una spinta creativa ma non senti una motivazione per andare fino in fondo. L’olio essenziale di Zenzero può aiutarti a procedere con ottimismo.

Questi sono alcuni degli oli essenziali che ci possono aiutare e rilasciare la nostra energia creativa durante questa primavera…lascia che la tua espressione personale guidata dagli oli essenziali giusti agiscano in armonia con il tuo spirito creativo!

[***Nota personale: trovo che il Geranio Bourbon sia particolarmente celestiale rispetto al Geranio Egitto. Detto questo, il gusto olfattivo è molto personale e ti consiglio di annusare entrambi per scegliere. Elena Cobez]

Articolo redatto da Juniper Stokes, che con questo articolo inizia la sua collaborazione con il blog. Juniper ha una piccola azienda di produzione aromatica con la madre negli Stati Uniti, https://www.facebook.com/EssentialLifeAromatherapy

 

 

Corso di Aromaterapia e Autoproduzione di Oleoliti, Tinture profumate e Unguenti con piante fresche a Milano 9 giugno

Se vuoi scoprire le proprietà degli oli essenziali e produrre con le tue mani alcune semplici estrazioni come oleoliti (macerazioni in olio) e tinture (macerazioni in alcol) ti invito a partecipare al Corso di Aromaterapia e Autoproduzione di Oleoliti, Tinture Profumate e Unguenti che si terrà a Milano domenica 9 giugno dalle 10 alle 17-

Il Corso prevede il seguente programma; al mattino:

introduzione all’Aromaterapia

diversi tipi di estrazioni

usare gli oli essenziali: aspetti positivi e controindicazioni

estrarre i principi aromatici in olio e alcol

gli oli essenziali da un punto di vista sottile e spirituale

Studio di alcuni oli essenziali e prove olfattive (sentiremo olfattivamente tutti gli oli dei quali parleremo).

Produrre Unguenti: Ricette e creazione di due unguenti da portare a casa.

Corso di Aromaterapia e Autoproduzione di oli ayurvedici

Al pomeriggio:

preparazione di un oleolito: come macerare in olio le piante, come preparare un oleolito di Calendula, come preparare un oleolito di Iperico e tanti altri

utilizzi degli oleoliti – cosa posso farne?

oleoliti per la bellezza

oleoliti per il benessere: rilassamento e centratura

come si prepara un macerato alcolico

come si preparano le basi di profumi con tinture

Usi degli oli essenziali, di oleoliti e di tinture per il benessere personale e della propria famiglia

Creare insieme: il valore dell’autoproduzione e dell’estrazione aromatica

boccette di oli essenziali

Il Corso si svolgerà presso l’Associazione Pan in via Dezza 50 (MM Sant’Agostino); avrai la possibilità di conoscere altre persone appassionate come te di Natura e rimedi naturali e riceverai via mail dopo il corso anche una dispensa didattica; porterai a casa una tintura, un oleolito e due unguenti.

Il costo del corso è 130 euro. Per iscriverti e per ogni ulteriore informazione scrivimi a professionefeliceATgmail.com

Un “naso” alla Zona Tortona Design Week a Milano

Se ti piace la creatività e vuoi vedere e sperimentare nuove idee, il Fuori Salone del Mobile della “Zona Tortona” è sicuramente una delle zone più interessanti da visitare. Come faccio ogni anno, ho dedicato un giorno a visitare una parte di questa area, con una precisa intenzione: “andare a naso”.
La prima scoperta che ho fatto, dentro agli spazi del Superstudio, è l’installazione della Hyundai, con musica e luce. Nessun profumo nell’aria, tranne quello dei presenti. Un contesto onirico che mi è piaciuto tanto, lasciandomi trasportare da queste suggestioni visive e musicali…secondo me meraviglioso.

Aromaterapia e Profumi alla Zona Tortona Design Week di Milano

Proseguo poi sempre “a naso” ed esploro i vari stand. Scopro delle installazioni interattive molto belle, come quella di “Cotto”, che ci restituisce grazie ai computer un’immagine di ognuno di noi con le ali. Olfattivamente sempre un grande “vuoto”, nel senso che nessuna di queste belle idee espositive mostra un pensiero olfattivo.

Arrivo allo stand della Thailandia. La signorina gentile ha davanti a sè un piatto di spezie (eheh) e due piatti cibari che una certa parte di persone che arrivano chiedono di assaggiare…senza comprendere che i piatti sono solo a scopo espositivo. Se avessero pensato a un catering sarebbe andato a ruba. E così finalmente odore di spezie, e foto che ricordano i mercati tradizionali…poco più in là, sento un profumo: mi guardo in giro per vedere se appartiene a una persona, ma no, stavolta c’è una timida presenza di un’azienda tailandese di profumi, e non mi stupisce che proprio in questo stand io abbia trovato delle suggestioni odorose…

Profumi e Spezie alla Zona Tortona Design Week di Milano

Mi rendo conto di quanta attenzione ci sia all’aspetto visivo, interattivo e “ambientale” delle esposizioni, lasciando come contesto olfattivo l’odore degli esseri umani con cappotti, giacche, magliette…finchè, nel pellegrinaggio, da lontano vedo dei flaconi e un distillatore…e lì capisco: lì c’è un collega! Mi avvicino, e incontro le due persone che si occupano di design olfattivo. Parliamo un pò, e una delle iniziative più simpatiche che propongono è creare delle miscele non solo pensando alle persone, quanto piuttosto pensando agli ambienti (mi fa sentire un odore di caffè che se l’avessero diffuso potevamo far credere a tutti che fossimo in una torrefazione). Per portare questo pensiero alle sue conseguenze estreme, per così dire, le due artiste propongono una mappa di milano per la quale hanno creato delle sinergie profumate, pensando quindi a una “Milano odorosa“.

Aromaterapia e Profumi alla Zona Tortona Design Week di Milano

Davanti a questa mappa di Milano dove al posto degli scarichi delle auto ci sono dei diffusori a ultrasuoni, per un attimo immagino il progetto realizzato, persone che camminano nelle strade con piacere invece che correndo, e che invece di scappare nel week end sui laghi o in Liguria, decidono di restare in città “perchè oggi in via Dante diffondono una miscela nuova” o “perchè stamattina a Brera andiamo a bere il caffè vicino alla stazione olfattiva che diffonde rosa e gelsomino”. Utopia?

Se ti incuriosisce l’aspetto olfattivo legato ai luoghi e agli ambienti visita questo link http://www.sensorymaps.com/

Read this article in English

 

 

Corsi di Aromaterapia e Profumeria botanica per te!