Tag Archives: corso massaggio ayurvedico

A che cosa serve il trattamento dei punti Marma in Ayurveda?

Massaggio ayurvedico e trattamento dei punti Marma
Un punto...di energia

La pratica ayurvedica dei punti Marma si divide in due filoni principali:

1- l’uso dei punti Marma nel massaggio ayurvedico, secondo un percorso che si inserisce nel massaggio con l’olio;

2- l’uso dei punti Marma in trattamenti che non usano olio e non sono massaggi.

In genere chi studia massaggio ayurvedico impara la pratica di base, che è quella di utilizzare i punti Marma in sequenza sul corpo. Questo tipo di massaggio è utile perchè sblocca i canali energetici del corpo sottile, essendo i Marma dei punti particolari e fondamentali per la circolazione del Prana.

Oggi vorrei soffermarmi però sulla pratica dei punti Marma senza olio e senza massaggio, che è un tipo di trattamento in uso in Ayurveda da millenni e con scopi più mirati del massaggio stesso.

Per eseguire il trattamento dei punti Marma in questo modo bisogna conoscerne le qualità, uno ad uno. Molti affermano siano 108, altre fonti che ho incontrato ne contavano fino a 117.

Ogni punto Marma ha una sua qualità particolare, anzi ne ha una serie.

1-Esso è associato ai dosha, e anche ad alcuni specifici subdosha.

2- Se stimolato apporta dei benefici specifici.

3- Ha una serie di indicazioni per le quali viene usato.

4- Ogni nome dei Marma ha un significato specifico.

5- Ogni punto Marma può essere trattato non solo con la pressione, ma anche con A- l’uso di oli essenziali sul Marma stesso; B- l’uso degli Attars sul Marma; C- l’uso di specifici mantra e colori durante il trattamento del Marma.

6- I punti Marma sono adatti anche a equilibrare Prana, Tejas, Ojas.

7- I Marma alleviano non solo condizioni fisiche generate dallo squilibrio dei dosha ma anche condizioni emotive (paura, ansia, nervosismo, rabbia, invidia, depressione ecc.).

8- Alcuni punti Marma si possono usare anche nel massaggio infantile e neonatale ayurvedico per rilassare i bambini.

In questo senso il trattamento dei Marma non necessita sempre di oleazione, ma può avvenire a secco, anche con la persona vestita in modo comodo.

Trattamento e massaggio ayurvedico dei punti Marma
L'energia dei punti Marma

Se sei interessato a questo argomento, ti consiglio di leggere “Guarire con la terapia dei Marma”, edito da Ed. Il Punto d’Incontro, che è un libro che indica precisamente i punti e ne dà una descrizione piuttosto accurata.

I Marma sono delle porte aperte attraverso le quali noi possiamo leggere gli squilibri energetici del corpo e aiutare il sistema corpo-mente-anima a trovare di nuovo un equilibrio.

Se puoi essere interessato a ricevere un trattamento dei punti Marma, contattami.

Se puoi essere interessato al massaggio ayurvedico leggi questo articolo introduttivo.

A presto per altre notizie su questi interessanti punti!

Aromaterapia ayurvedica: che cosa significa parlare di Aromaterapia in Ayurveda?

Parliamo oggi dell’ integrazione dell’uso degli oli essenziali nella filosofia ayurvedica e nelle terapie ayurvediche e come tutto questo si relazioni alla moderna Aromaterapia. E’ un processo di integrazione. Abbiamo due tradizioni distinte: l’Ayurveda tradizionale e l’Aromaterapia occidentale. Questo campo di interazione non è chiaramente definito attualmente.

Il termine aromaterapia ayurvedica è un pò un paradosso, perchè in realtà i medici ayurvedici in India non tengono in considerazione veramente l’aromaterapia come parte della tradizione. Usano i taila, la pianta intera processata attraverso l’olio e altri medium; raramente utilizzano gli oli essenziali distillati in corrente di vapore.

Per parlare quindi di oli essenziali e Ayurveda dobbiamo chiederci: “Quali sono le piante aromatiche usate in Ayurveda?”. In questo senso possiamo parlare di aromaterapia ayurvedica, non nel senso dell’uso degli oli essenziali, ma quale uso ci sia delle piante aromatiche, se vogliamo tenerci fedeli alla tradizione.

Se guardiamo la situazione da un altro punto di vista, possiamo chiederci come usare gli oli essenziali secondo i principi ayurvedici. Significa capire bene cosa sono gli oli essenziali e come possono essere relazionati al Vata dosha, al Pitta dosha, al Kapha dosha, ai Guna, e ai Dhatu. Questo approccio è maggiormente diffuso in occidente e parte dall’idea che gli oli essenziali si possano applicare secondo una logica ayurvedica.

Ayurveda e Aromaterapia
La fragranza dei fiori indiani...

Spesso questi due punti di vista hanno generato molta confusione. In sintesi:

1- per l’Ayurveda classica, gli oli essenziali non vengono usati comunemente, e si usano preferibilmente oli medicati, cioè oli che racchiudono le proprietà delle piante che vi sono state immerse, e processate in diversi modi.

In India quindi si fa Aromaterapia nel senso più stretto, si usano cioè i principi aromatici delle piante autoctone.

2- In Occidente per Aromaterapia si intende comunemente l’uso degli oli essenziali. In realtà il significato stretto di Aromaterapia è proprio quello dell’uso dei principi aromatici.

Per l’Aromaterapia occidentale che si avvicina al pensiero ayurvedico, è senz’altro possibile una “Aromaterapia ayurvedica”, nel senso di utilizzare gli oli essenziali secondo il pensiero indiano dei dosha, dei dhatu ecc.

Entrambi i punti di vista sono interessati, e danno una panoramica completa di che cosa possiamo intendere con aromaterapia ayurvedica.

Nei prossimi articoli parleremo di quali piante aromatiche si usino in Ayurveda…e molto altro.

Se sei interessato all’Aromaterapia puoi leggere questi articoli su Tea Tree e aromaterapia

Leggi i tre approcci fondamentali all’Aromaterapia

Se pensi di andare in India qui puoi leggere dei consigli sull’Aromaterapia da viaggio

Puoi seguire dei corsi di formazione se ti interessano l’Ayurveda e il massaggio ayurvedico e l’Aromaterapia

Praticare un massaggio ayurvedico con l’olio di avocado – che proprietà ha l’avocado?

Olio di avocado e massaggio ayurvedico
Un avocado a cuore...

Uso spesso l’olio di avocado durante i corsi di massaggio ayurvedico. E’ un olio che scoprii tanti anni fa, e mi ricordo ancora la meraviglia e lo stupore di vedere un olio verde…un verde intenso, scuro, molto più scuro dell’olio di oliva. La magia dell’olio di avocado sta nella sua scorrevolezza, e nonostante sia piuttosto pastoso, di fatto non unge.

Questo olio è legato maggiormente alla tradizione Azteca e dei popoli dell’America centrale.

Lo uso quando la pelle ha bisogno di idratazione senza restare troppo untuosa, per il Vata dosha è particolarmente adatto. Questo olio è idratante, rigenera la pelle, e in realtà è commestibile se è un olio integro e non elaborato (non decolorato e non deodorizzato).

Lo puoi usare anche come impacco per i capelli secchi.

Forse non tutti sanno che ha delle ottime proprietà per preparare un olio estivo, diciamo così, da spiaggia: lo puoi usare per proteggere la pelle durante tutto il giorno unito a dell’olio extravergine di oliva; ovviamente non sostituisce la crema solare se devi stare sotto il sole per ore, ma rappresenta un ottimo aiuto per tutto il giorno.

Ti piacerà se ami gli oli non troppo grassi e idratanti, e te lo consiglio vivamente per l’estate, è un rimedio eccellente, oltre che nei massaggi ayurvedici!

Se sei un appassionato di oli puoi leggere qui l’uso che puoi fare nel massaggio ayurvedico dell’olio di ricino…e non solo nel massaggio!

Qui invece trovi delle riflessioni sull’uso degli idrolati nel massaggio ayurvedico del viso e per la pulizia del viso