Tag Archives: massaggio ayurvedico

Una passeggiata tra i cipressi…l’uso in Aromaterapia dell’olio essenziale di Cipresso

Qualche giorno fa ho avuto la fortuna di fare una bella passeggiata in mezzo ai cipressi, su una lunga via antica ad Aquileia. E’ una passeggiata che amo, che faccio quando posso d’estate, e le giornate migliori sono quelle soleggiate e con un pò di vento…perchè gli oli essenziali si percepiscono di più, e diventa una vera e propria seduta di aromaterapia…

Camminando tra i cipressi, con un pò di brezza costante, avevo l’impressione di essere immersa in una flusso di effluvi aromatici. Non è un’impressione in realtà; è proprio così…col calore le essenze si sprigionano, e il vento le distribuisce ovunque. Un fumento naturale.

Aromaterapia e olio essenziale di Cipresso
Le gocce ambrate della resina di Cipresso, mia foto

Mentre camminavo, pensavo a quanto fossero antichi quegli alberi e le pietre delle rovine romane. Pensavo a quanto fossero immersi allora negli elementi naturali. A come guardassero agli animali, alla natura…e come facessero aromaterapia senza chiamarla così e senza sapere tutto quello che sappiamo noi oggi.

La foto che vedi qui sopra l’ho scattata durante quella passeggiata…la resina brillava dorata…era una vera magia guardarla e immergersi nel suo profumo.

L’olio essenziale di cipresso che viene distillato dai rami dell’albero ed è un’essenza versatile e interessante, io la uso e mi piace.

Vediamone alcune qualità:

  • decongestionante venoso e linfatico
  • astringente e vasocostrittore
  • antitussivo
  • regolatore del sistema nervoso
Adesso puoi capire cosa possa significare restare immersi in una essenza del genere!
Corso di Aromaterapia, una goccia di resina di cipresso
Questa sono io con una goccia di resina di Cipresso sul dito 🙂
Lo uso da tanto tempo per le mie gambe, per alleggerirle, come ho descritto in questo articolo sulle Ricette per le gambe gonfie e stanche che ti consiglio di leggere se questo è un tuo problema…
E poi mi piace questo odore perchè è profondo e calmante. Si può usare come olio essenziale da diffondere in casa, e ti consiglio la diffusione nell’ambiente se ti capita di avere la tosse, perchè è veramente benefico…
Se ti piacciono gli Agrumi, puoi fare qualche semplice ricetta da diffusione unendo per esempio:
  • 3 gocce di arancio dolce
  • 3 gocce di mandarino
  • 3 gocce di cipresso
oppure una sinergia più resinosa…
  • 3 gocce di incenso
  • 3 gocce di cipresso
  • 3 gocce di mandarino
E’ un olio essenziale potente e non è consigliato l’uso durante la gravidanza e l’allattamento.
Se usi il Cipresso fammi sapere come ti trovi…a me piace molto!

Protezione solare naturale: ricette per l’estate

Oggi parliamo di protezione solare, ho pensato che fosse il momento giusto per farlo 🙂

Di seguito trovi una ricetta che ho sperimentato personalmente, e con la quale mi sono trovata molto bene. Va detto che solo con gli oli vegetali non possiamo raggiungere i fattori di protezione delle creme solari in commercio (tipo protezione 20, o 40) ma possiamo sicuramente preparare un olio che ci servirà tutta l’estate per tutta la famiglia.

Protezione solare naturale | Corso di Autoproduzione e Aromaterapia
Sotto il sole bisogna proteggersi!

In questo olio composito metteremo tre oli vegetali secondo me importanti per proteggere la pelle durante il periodo estivo:

  • olio di jojoba
  • olio di avocado
  • olio di carota

questi oli possono essere uniti insieme per creare un olio protettivo da applicare più volte al giorno sulla pelle quando andiamo al mare o in montagna, e restiamo spesso esposti al sole.

Se avete la pelle molto sensibile utilizzate questa ricetta per prepararvi un olio da applicare più volte al giorno sulla pelle ma non dimenticatevi di mettere la crema solare ad alta protezione se andate in spiaggia a prendere il sole.

A cosa servono questi oli che vi ho indicato:

l’olio di jojoba ha un naturale fattore di protezione cinque e quindi fa da filtro solare. La sua ricchezza di composizione gli conferisce proprietà protettrici e idratanti. E’ un olio che usato anche da solo può migliorare l’elasticità della pelle ed ha un interessante capacità di regolare il flusso di sebo delle pelli grasse.

l’olio di avocado e un olio molto interessante ricchissimo di vitamine, rigenerante, fortificante, elasticizzante. Ha qualità idratanti che risultano ideali per l’esposizione al sole.

l’olio di carota dà luminosità alla pelle, favorisce l’abbronzatura, migliora la produzione di beta carotene e ha qualità antiossidanti che lo rendono un olio ideale per l’estate.

Una ricetta per l'estate, protezione solare naturale con gli oli vegetali
Tutti al sole!

A questi oli è possibile unirne altri, come l’olio di oliva o l’olio di rosa mosqueta, ma già questa sinergia dà risultati ottimali.

Un esempio di proporzioni tra questi oli vegetali è la seguente:

50 ml di olio di jojoba

35 ml di olio di avocado

15 ml di olio di carota

l’olio di carota in realtà è un macerato oleoso prodotto mettendo macerare le carote in un olio vegetale, spesso si usa l’olio di girasole.

Se sei interessato ad approfondire le qualità dell’olio di avocado, puoi leggere questo mio articolo sul tema “Che proprietà ha l’avocado?”

In un prossimo articolo parleremo anche delle interessanti proprietà dell’olio di oliva, che noi ora utilizziamo prevalentemente in cucina, ma che nella storia mediterranea è stato utilizzato come olio cosmetico per secoli.

Se sperimenti questa ricetta che ti ho dato quest’estate…fammelo sapere e dimmi i risultati! E ne vedremo delle altre prossimamente. Un abbraccio!

L’uso dello zafferano in cosmesi antica – Crocus sativus e Ayurveda | Corso di Aromaterapia ayurvedica

Olio essenziale di Zafferano in Aromaterapia e Ayurveda

Lo Zafferano, sin dai tempi antichi, è sempre stato considerato prezioso. Il commercio di zafferano fu fiorente anche nel medioevo, tanto che già all’epoca esistevano le adulterazioni (la vendita cioè di piante simili…al prezzo di quelle vere!).

In Ayurveda lo zafferano viene usato come purificatore del sangue e come antiinfiammatorio. E’ considerato un afrodisiaco, oltre ad avere la particolare capacità di espandere le qualità di tonico di altre erbe (ad esempio Shatavari). E’ una pianta adatta alle donne, anche se l’odore attrae anche l’uomo che potrebbe usare l’Attar di Zafferano come profumo.

L’Attar di Zafferano è prodotto distillando gli stigmi del fiore dello zafferano in corrente di vapore, fissandolo nell’olio di sandalo. Il mix delle due essenze crea una profumazione che ricorda l’incenso e non a caso in Ayurveda questa pianta è considerata sattvica e portatrice di devozione (Bhakti).

La prima parte dell’Attar consiste in una nota d’incenso, di chiesa, alla quale segue un profumo frizzante e profondo (dato dal sandalo). Questo Attar è considerato il più importante per il chakra del cuore.

Lo zafferano fa parte di diverse formulazioni di oli ayurvedici, una delle quali è il Kumkumadi Taila. In questo caso lo zafferano dona lucentezza alla pelle e altre componenti del taila sono usate come antirughe e riparatrici della pelle.

Nella tradizione erboristica occidentale questa pianta così particolare e i suoi stigmi sono usati per regolare le mestruazioni e come antispasmodico, proprietà che gli vengono riconosciute anche in Ayurveda, nella quale è considerato un ottimo regolatore del sistema ormonale femminile.

Per il massaggio, un olio allo zafferano risulta interessante:

1- come antispasmodico, avendo anche funzione di equilibrante (rilassa e tonifica);

2- per migliorare la lucentezza della pelle;

3- come nutriente per un massaggio specifico per la donna, sebbene questa pianta non sia raccomandata in gravidanza.

Da un punto di vista sottile, lo zafferano eleva il chakra del cuore e restituisce una serenità trascendente. Questa qualità dal mio punto di vista viene ulteriormente rinforzata dalla presenza dell’olio essenziale di sandalo, col quale si sposa perfettamente.