Tag Archives: prodotti ayurvedici

Cicatrizzare e lenire la pelle: olio di Iperico e olio di Neem

Una sinergia interessante per la cicatrizzazione della pelle è quella tra l’olio di iperico e olio di neem. Questi due oli hanno tantissime proprietà, tra le quali quella di migliorare lo stato della pelle e di portarla verso una rigenerazione rapida.

In una ricerca recente di Läuchli S, Hafner J, Wehrmann C, French LE, Hunziker, dedicata alla cicatrizzazione di ferite gravi, si evidenzia come la sinergia di questi due oli possa dare dei risultati anche in situazioni estreme.

Vediamo meglio le proprietà dei due oli.

Il Neem (Azadirachta indica) è nativo dell’India e della zona della Birmania. In effetti mi ricordo durante i viaggi in India che non era difficile trovarlo (vedi foto sotto, l’ho scattata io).

Olio di Neem in Ayurveda e Aromaterapia

 Le proprietà del Neem sono svariate; l’Ayurveda ne distingue l’uso della corteccia, della foglia e del frutto; in generale allevia le condizioni riconducibili a Pitta (fuoco/acqua) e Kapha (acqua/terra). Noi potremmo tradurre le sue proprietà così:

essendo un anti-Pitta, sostanzialmente è un anti-infiammatorio;

cura le ulcerazioni, e i problemi di pelle;

promuove la digestione ed è un antiparassitario sia esterno che interno;

ha proprietà antinfettive;

in India è utilizzato in polvere per pulire denti e gengive;

è antipiretico, cioè tende a diminuire la febbre;

è antisebarroico;

ci sono testimonianze di usi del Neem per svariate condizioni, potremmo considerarlo una specie di “tea tree”, che ha mille applicazioni, e che nel nostro quotidiano può essere utile soprattutto per il suo uso per la pelle, considerando che è sia un antinfiammatorio che un antisettico.

Oleolito di Iperico, Hypericum Perforatum

Questa “meraviglia” si può unire all’oleolito di Iperico, sul quale avevo già scritto un articolo, e che brevemente riporto qui:

– nevralgie

– dolori muscolari, contratture

– è astringente

– è indicato come antinfiammatorio in caso di scottature e bruciature

– calma anche i dolori articolari

– problemi di pelle, considerando la sua efficacia antinfiammatoria, antisettica, e astringente.

Attenzione è fotosensibilizzante: quindi se te lo spalmi non esporti al sole diretto.

I due oli, uniti, diventano una vera forza per la cura e cicatrizzazione della pelle che può eventualmente essere accentuata dall’uso degli oli essenziali; ma le proprietà degli oli sono già molto attive, e non sarà sempre necessario fare delle aggiunte.

Se provi questa sinergia raccontami i risultati che ne hai…personalmente questi due oli mi piacciono molto, anche se il Neem non ha esattamente un buon odore 🙂 però ke sue proprietà sono troppo importanti, non si può rinunciare! 🙂

Potrebbero interessarti anche:

L’oleolito di Iperico e i suoi usi

L’oleolito di Calendula e i suoi usi

Nutrire la pelle e il corpo: gli oli vegetali

Come fare un oleolito: ricetta e preparazione di un oleolito in casa

 

Corso di Aromaterapia e Autoproduzione di Unguenti e Creme a Milano 11 novembre | Aromaterapia e Cosmetici naturali

Se vuoi creare con le tue mani unguenti e creme, studiando Aromaterapia e ricette della tradizione ayurvedica e mediterranea, sei il benvenuto al corso che terrò domenica 11 novembre a Milano, al centro Mental Fitness in via Speronari 6 (MM Duomo).

Durante il corso imparerai sia ad utilizzare gli oli essenziali nei preparati, sia a fare con le tue mani gli unguenti e le creme, sia per il viso che per il corpo.

prodotti ayurvedici e oli ayurvedici

Le ricette proposte sono mie ideazioni, già provate e sperimentate, che imparerai a fare anche tu. Alcune si basano sulla tradizione ayurvedica e su quella mediterranea. Queste antiche tradizioni ci insegnano come usare le erbe e le loro proprietà per goderne il massimo beneficio e come creare dei cosmetici naturali che siano naturali al 100%.

Nel corso di novembre impariamo come fare e utilizzare gli unguenti, che sono un mezzo straordinario per avere dei prodotti che durano a lungo, utilizzando gli oleoliti che uniamo a cera d’api e ad altri ingredienti.

Gli oleoliti sono macerazioni in olio di piante fresche o secche; l’olio ne estrae le proprietà e possiamo utilizzarli per fare delle creme e degli unguenti; durante il corso usiamo oleoliti prodotti da me personalmente, con piante raccolte a mano.

Vediamo anche come fare le creme, usando idrolati, oli vegetali, e oli essenziali. Le creme sono prodotti meno untuosi che utilizzano una parte oleosa e una parte acquosa; vedremo delle ricette per la pelle e per la bellezza del volto e del corpo.

Dopo il corso porti a casa quattro prodotti, che potrai usare per te e la tua famiglia…ci vediamo al corso!

“Corso di Aromaterapia e Autoproduzione di Unguenti e Creme a Milano”, orario 10-17, in via Speronari 6 MM Duomo, per tutte le info visita www.massaggiodiluce.org

 

Caldo Zenzero: tisane, ricette e olio essenziale per l’autunno e l’inverno

Ho qui accanto a me una tisana di zenzero e limone, che calda mi accompagna mentre scrivo questo articolo. L’aroma dello zenzero è pungente, però ha una nota soave che lo rende così accattivante. Mi dà un senso di calore immediato, e con il limone è davvero una sinergia vincente.

 Olio essenziale di zenzero, tisana di zenzero Roger Ferrer Ibáñez foto…Preparazione di un Chai

Chiamato in Ayurveda “vishwabhesaj”, medicina universale, e spesso preparato in pillole, possiamo usarlo sotto diverse forme; in polvere, fresco, come olio essenziale, e si trova in realtà in tantissime tisane per l’inverno.

Sono almeno due gli ambiti principali nei quali lo Zenzero è maestro: aiutare la digestione e migliorare i problemi respiratori. Poichè combatte bene l’umido, è adatto anche a contrastare i reumatismi.

Una tisana che dia sollievo, calore, e buona digestione è proprio una tisana di zenzero e limone; e se d’inverno hai la sensazione di freddo alla pancia, puoi versare una goccia di olio essenziale di zenzero su un cucchiaino di olio di oliva e massaggiarti l’addome.

Lo trovo anche un valido aiutante per la nausea, anche se forse l’olio essenziale più antinausea che esista è l’olio essenziale di menta, non da ingerire in quel caso ma soltanto da annusare.

Olio essenziale di Zenzero in Aromaterapia

L’olio essenziale di zenzero è anche un buon antalgico e dicevamo che può aiutare in caso di reumatismi. In questo caso, versa una goccia di olio essenziale in un cucchiaino di olio vegetale (secondo me da preferirsi il sesamo, o il nocciola, ma usa quello che hai in casa) e applicalo.

Per una sensazione di respiro migliore e di scioglimento del catarro, puoi mettere qualche goccia di olio essenziale nel diffusore, accompagnandolo anche con l’olio essenziale di limone, o di arancio, che si sposano bene con lo zenzero.

Ricetta per la diffusione nell’ambiente “Caldo inverno”

5 gocce olio essenziale di zenzero

2 gocce di olio essenziale di pepe nero

3 gocce olio essenziale di limone

2 gocce olio essenziale di arancio dolce

Ricetta per la diffusione nell’ambiente “Zenzero speziato”

5 gocce olio essenziale di zenzero

3 gocce olio essenziale di cannella foglie

3 gocce olio essenziale di arancio dolce

2 gocce olio essenziale di mandarino verde

Buoni esperimenti!

Potrebbe interessarti anche:

L’uso del limone e del suo olio essenziale

Lo zafferano in cosmesi antica

Curcuma, i suoi mille usi

Le maghe delle spezie: dialoghi sull’uso delle spezie in aromaterapia e cucina