Category Archives: Olio essenziale di Lavanda

il messaggio spirituale della lavanda

[The spiritual message of Lavender – Read the English translation here]

Quando parliamo di Lavanda, la prima cosa da capire è di quale Lavanda stiamo parlando. Chi ha annusato diverse piante o diversi oli essenziali estratti dalla Lavanda, sa che ci sono molte differenze tra uno e l’altro, e se vogliamo fare un discorso particolareggiato terremo conto di molti aspetti, tra i quali il luogo di provenienza, come la pianta è stata coltivata, come è stata estratta, ecc.

Detto questo, le piante del genere Lavandula hanno dei tratti comuni, che possono essere riconosciuti sia negli ibridi (es. “Lavandino”)  che nelle piante di Lavanda angustifolia e in altre.

La mia riflessione su questa pianta è iniziata anni fa, quando si è cominciato a parlarne sempre di più, a coltivarla di più, e a produrne più olio essenziale. Attualmente ci sono molti piccoli agricoltori che distillano questa essenza, e si possono apprezzare così diverse qualità olfattive in piante coltivate in diversi luoghi dell’Italia e del mondo.

Questa sorta di “marea di Lavanda” che pian piano si è fatta strada, mi ha fatto riflettere su quali potessero essere le caratteristiche della pianta e dell’essenza, tale da farle avere così grande fortuna. Considerata un calmante e un antinfiammatorio, certamente può essere apprezzata per le sue doti rilassanti, anche se a mio avviso non sono le uniche che hanno reso la Lavanda una pianta così utilizzata.

Pliskovica lavanda solstizio estivo
Photo Alessandro Camoni

In realtà la Lavanda è una pianta che ha anche un profilo olfattivo pungente, soprattutto il Lavandino, e non è così soft come potrebbe credere chi ne vede i bei fiori viola svilupparsi a spiga.

Quando l’abbiamo annusata nei gruppi durante i corsi, abbiamo spesso sentito “aprirsi” uno stato di coscienza più elevato, più pacifico, che sostiene le persone a trovare un piano di condivisione e di pace.

In alcuni casi nei quali ho avuto modo di essere presente a momenti conflittuali, riuscire a far annusare ai presenti questa essenza ha immediatamente cambiato il “colore” dell’ambiente e ha portato le persone verso un piano meno individuale e più di condivisione.

Dal mio punto di vista la Lavanda da preferire in questi casi è la angustifolia, in genere dal profilo olfattivo più sottile e dolce; ma detto questo, la percezione è soggettiva e quindi ognuno saprà scegliere la Lavanda che lo ispira di più. Le Lavande vere sono più eteree, soavi, e sostengono le persone a trovare un punto di vista più ampio sulle cose della vita, partendo da un punto interiore più pacifico, meno giudicante, e più incline a trovare il significato degli eventi.

Ho spesso usato l’olio essenziale di Lavanda per aiutare le persone, anche in contesto di gruppo, a lasciarsi andare all’intuizione, sciogliere un pò di schemi mentali, e provare a guardare gli altri e se stessi da una prospettiva allargata e meno individuale. In questo modo spesso emergono intuizioni, nuovi punti di vista, dei veri e propri “insights”.

Quando molliamo la presa della mente, emergono risorse inaspettate, e uno dei compiti di chi fa Aromaterapia emozionale e sottile è proprio agevolare questo passaggio da una mente schematica a una mente intuitiva, che trova nuove vie, nuove soluzioni e nuove risorse. Questa nuova mente è connessa con la parte di noi più profonda e interconnessa, e sa trovare risorse e soluzioni in ogni situazione. La Lavanda è un agevolatore di questo passaggio, dando rilassamento, calmando l’ansia, e riducendo questo “rumore” interno, lasciare spazio a una voce che è più profonda, più intensa e più risolutiva, ma alla quale in genere non diamo spazio e credibilità.

liberarci dai pensieri e ritrovare armonia con aromaterapia e fiori di bach

Quando sentiamo di aver bisogno di focalizzare la nostra mente e il nostro cuore in mezzo a tanti stimoli e informazioni, ecco che possiamo aiutarci sia con l’uso degli oli essenziali che con i fiori di Bach.

E’ importante in questo momento riuscire da una parte a sciogliere i pensieri troppo ripetitivi e dall’altra a focalizzarci, per poter vivere le nostre giornate con maggiore lucidità e presenza.

Bach parla di White Chestnut (Aesculus hippocastanum) a questo proposito: “Per quelli che non riescono ad evitare che pensieri, idee, argomentazioni indesiderate si insinuino nella loro mente” [cit. “I dodici guaritori”]

A questo fiore di Bach così significativo, possiamo associare in questo periodo per esempio l’olio essenziale di Rosmarino e l’olio essenziale di Lavanda.

Il Rosmarino (Rosmarinus officinalis ct cineolo) ci può aiutare ad essere più presenti. La forma del rosmarino, con la foglia a forma di ago e con fiori blu violetti , ci parla di energia, di respiro, di focalizzazione e chiarezza. Ci restituisce la capacità di essere presenti e di attivare la nostra energia; di recuperare un nostro punto di vista sulle cose e scegliere che tipo di informazioni vogliamo accogliere in noi.

rosmarinus officinalis essential oil olio essenziale

Peraltro il Rosmarino ha un meraviglioso idrolato con proprietà cosmetiche, dimostrando quanti aspetti siano presenti nella stessa pianta.

Può aiutarci anche l’olio essenziale di Lavanda (Lavandula angustifolia), o se non abbiamo l’olio essenziale, possiamo usare i fiori secchi per sentirne il profumo. La Lavanda ci aiuta a trovare equilibrio, serenità, chiarezza che proviene dalla sua capacità di “pulire” (che lava).

L’olio essenziale è calmante, antispasmodico, e il suo profumo ci aiuta a contenere i nostri stati d’animo. Come tale, può essere anche di aiuto per il nostro riposo serale.

emotional aromatherapy aromaterapia emozionale

E’ importante evocare in noi e attorno a noi questo stato di calma, chiarezza, focalizzazione, tono.
Possiamo fare uno spray di queste tre sostanze delle quali abbiamo parlato ; prendiamo 30 ml di vodka con:

2 gocce di fiore di Bach White chestnut (Aesculus hippocastanum )

10 gocce di olio essenziale di Rosmarino (Rosmarinus officinalis ct cineolo)

10 gocce di olio essenziale di Lavanda (Lavandula angustifolia)

ottenendo uno spray ambientale che ci aiuta a rimanere presenti, in maggiore armonia, e che permette una pulizia energetica dei luoghi che abitiamo.

*

Questo articolo è stato scritto da Elena Cobez e Federica Matussi. Federica si occupa di floriterapia e ha fondato con altri colleghi l’Associazione Vibrazioni di Trieste www.vibrazioni.eu