Tag Archives: aromaterapia

riattivare le energie interiori con l’aromaterapia!

A volte ci sentiamo stanchi e demotivati, a volte le situazioni che viviamo non sono affatto facili da gestire. In questo ultimo anno lo abbiamo sperimentato particolarmente. A volte capitano cose che non ti aspetti.

Non dimentichiamoci i benefici che l’uso degli oli essenziali (e di altri rimedi naturali) possono darci. In particolare, gli oli essenziali e le loro sinergie possono aiutarci a sentirci meglio, a coltivare un benessere interiore che ci dia forza e energia creativa.

La creatività della nostra vita interiore è fondamentale sia nei periodi luminosi che in quelli bui. Vi è in noi una sorgente che ci può aiutare a trovare soluzioni – o addirittura nuove strade – quando meno ce lo aspettiamo. Però bisogna sapere che c’è e bisogna saper attingere a questo aspetto di noi. Si può farlo in molti modi – oggi vediamo quali oli essenziali ci possono aiutare.

Per esempio l’olio essenziale di Pompelmo. Odore fresco, note amare e agrumate, vivace e frizzante dona uno sprint all’animo, ricordandoci che la leggerezza non è superficialità. e che sentirsi frizzanti non necessita di un senso di colpa. Usiamo bene le nostre energie, per noi stessi e per il bene degli altri – il pompelmo ci aiuterà a migliorare il nostro umore.

Corso di Aromaterapia emozionale olistica a Pancalieri (Torino)
Menta raccolta a Pancalieri, da Essenzialmenta di Mirella Chiattone

Non si può dimenticare l’olio essenziale di Menta (Mentha piperita), che risveglia la coscienza assopita, o semplicemente libera dalla stanchezza mentale e dal torpore. Una delle mie preferite è la varietà coltivata e distillata a Pancalieri (TO) ma vale bene anche fare una ricerca personale su quale menta sentiamo più in risonanza con noi stessi.

Chi sente scatti di rabbia e non riesce a incanalare bene le sue forze può provare l’olio essenziale di Ylang Ylang. Questo fiore dal profumo denso e dolce quieta l’animo e aiuta a ritrovare la strada di un equilibrio emozionale. Da prendere in considerazione quando per esempio sentiamo che “non ci stiamo più dentro”, non per reprimere le nostre spinte interiori quanto per trovare il modo di direzionarle più costruttivamente. Un olio essenziale che può anche aiutare chi vuole tenere tutto sotto controllo ma sotto sotto sogna una spiaggia libera e il mare.

profumo di mare – le lettere tra due mari di siri R.H. jacobsen

Le Lettere tra due mari è un libro appena uscito presso la casa editrice Iperborea; in esso viene rappresentato un dialogo intenso tra due mari (un oceano e un mare, entrambi di genere femminile).

Atlantica e Mediterranea sono le protagoniste di questo libro nel quale si scambiano una serie di lettere raccontando la propria vita interiore.

L’autrice è Siri Ranva Hjelm Jacobsen, di origine danese nata nel 1980. In questo libro vive un dialogo con l’artista visiva Dorte Naomi, ed è tradotta da Maria Valeria D’Avino.

Il testo parla di radici, radici che sono nell’acqua; il dialogo tra questi due esseri femminili che hanno milioni di anni è un verso percorso interiore e creativo. I temi affrontati sono la nascita, la crescita e alla fine una sorta di liberazione affrontata da due punti di vista, uno più maturo e uno più giovane.

La scrittura ritorna spesso alla sensorialità, in particolare al suono e alla sinestesia; il silenzio viene definito “verde alga”.

Da un punto di vista profumato, ricordiamo che in aromaterapia utilizziamo il Rosmarino, il Ros Marinus, ossia la “rugiada di mare”. Questo profumo, che a volte porta delle note saline, può aiutarci in diffusione dell’ambiente quando abbiamo voglia di respiro, di tono, di presenza mentale, di energia vitale.

Uno dei temi trattati è anche l’identità, l’essere se stessi; Mediterranea dice:

Un tempo ero piena e graziosa come seta. Canterellavo tutto il giorno, cullandomi nel mio vestito luccicante. Era quella la mia natura più profonda? Se è così, spero di non dimenticarmene,

In queste parole ritroviamo un pò il compito di non dimenticarci chi siamo; e ritorna la sensorialità, il tatto, il suono, la vista, il gesto.

Lettere tra due mari siri jacobsen iperborea