Category Archives: Profumeria botanica

Intervista a Susan…la passione per la Cura olistica e naturale

Oggi ti propongo un’intervista a Susan, che è una mia lettrice, vive a Roma e ci racconta della sua passione formativa…

– Susan come è nato in te il desiderio di occuparti di terapie naturali?

Faccio parte di una famiglia cosmopolita , medici tra tredici generazioni, che si sono dedicati con amore ed impegno in quella che è la missione per antonomasia: curare il prossimo. E’ insito in questa visione della vita il concetto di carità, che ha portato anche me da ultima , come mio nonno medico chirurgo di fama,nel senso vero e popolare , ad affrontare la malattia e l’ammalato non solo con capacità professionale efficace ma anche e soprattutto con l’anima, non badando al denaro come obiettivo primario ma alla salute e alla guarigione della persona.

– Hai capito subito che la terapia sarebbe stato il tuo ambito professionale?

Io non ho potuto studiare medicina in passato, solo adesso posso permettermi il lusso di pagarmi gli studi, ho preso altre strade per motivi economici ma la vita mi ha riportato sulla mia strada maestra che è quella della guarigione del prossimo, di tutta la visione olistica e spirituale, sia orientale che occidentale.

– Attualmente a che punto sei del tuo percorso?

Svolgo la mia attività da terapista ancora nel segno del volontariato , e  per realizzare i miei sogni desidero far diventare questa professione la mia principale e vivere di essa, sarebbe per me una vittoria!

Attualmente vivo lavorando come impiegata in un ente di previdenza, ma sono continuamente alla ricerca di stimoli nuovi, sperimentazioni.

– Quale è il messaggio per te importante da dare alle persone che si rivolgono alle Cure naturali?

Oggi vedo che la visione olistica sta aiutandoci a cambiare le cose, dobbiamo insegnare a chi è ancora “al buio” che l’amore per la natura,ad esempio, non è da esaltati da figli dei fiori, ma una cosa importante quanto è importante la nostra salute, perché da essa prescinde!
Dobbiamo insegnare che non serve buttare 150 euro per un vasetto di crema antirughe per essere bellissime, ma si puo’ fare da noi, con i principi di Madre Natura attraverso i corsi di cosmesi naturale! Dobbiamo diffondere il messaggio che si, la visione olistica è corretta, che l’uomo , la natura, gli esseri viventi tutti, fanno parte di un unico universo, e se attacchiamo o contaminiamo loro, ci riversera’ tutto addosso, mentre se ce ne prendiamo cura, con amore, sara’ di nuovo un paradiso, per tutti. E non sono i miliardi che smuovono le cose, ma la volontà.

– Cosa ne pensi – sinceramente! – del blog Fiordicamomilla e dei contenuti della mia newsletter?

Adoro quello che fai, dimostri di  essere una persona realmente “illuminata”, Elena, provo verso di te, anche se a distanza, una grande affinità, e sento che il tuo cuore è immensamente generoso. Sei una persona felice, e questo traspare anche a 700 km di distanza!

– Che cosa offri attualmente alla tua clientela?

Chi ha bisogno di un ‘Health & Wellness Coach a Roma, potrà trovare in me una risorsa attiva: ho anche un blog, http://terapiadelbenessere.myblog.it/ dove scrivo articoli con consigli e idee pratiche sul modo del Naturale.

Sto vagliando ipotesi di collaborazione, ma il mio pensiero più grande rimane la Cura del prossimo, insegnare al prossimo che anche se il mondo sembra impazzire, esiste una via d’uscita, una strada “pulita” che è quella olistica, per ritrovare se stessi ,prendersi cura di se e tornare ad essere felici!

– Un grazie di cuore a Susan che ha condiviso con me e con i miei lettori la sua passione e motivazione!

Altre interviste:

Le maghe delle Spezie con Patrizia Orlando

La passione di Cristina per Profumi e Spezie…esperienze creative speziate

L’antica medicina mediteranea con il dott. Giannelli

 

 

Il Coriandolo di Carnevale…uso del Coriandrum Sativum in Aromaterapia e Ayurveda

Il Coriandolo, seme di una simpatica piantina profumata, è da sempre conosciuto in Ayurveda per le sue benefiche proprietà. Si distilla dal Coriandolo anche un olio essenziale dall’odore che ricorda il limone, o la citronella…ed è proprio lui, il Coriandolo, che pare abbia ispirato i coriandoli che usiamo a Carnevale!

Olio essenziale di Coriandolo in Aromaterapia

Questa spezia (qui sopra in una delle immagini di Koehler) ha radici antichissime, e se ne ritrovano tracce sia in Egitto, che in Grecia, ed è citato nella Bibbia, nei testi dell’Esodo e dei Numeri.

In Ayurveda è considerato pungente e amaro, e ha effetto raffreddante. Viene utilizzato spesso per le sue proprietà carminative e diuretiche.

L’uso del Coriandolo in infuso è utile alle persone con problemi digestivi.

L’olio essenziale estratto dai semi ha tante proprietà, tra le quali:

– tonico e stimolante;

– euforizzante;

– battericida;

– antalgico;

e quindi può essere un valido aiuto, diluito in un olio vegetale, per delle applicazioni locali in caso di:

– artrosi;

-debolezza digestiva, flatulenza;

– stanchezza, esaurimento nervoso, senso di fatica.

Esiste anche la distillazione delle foglie di Coriandolo, che contenendo diverse componenti chimiche, di fatto ha proprietà diverse, è cioè un sedativo e antinfiammatorio. Questa distillazione è rara da trovare, quindi quando compri l’olio essenziale di Coriandolo, sarà sempre quello dei semi.

Il suo profilo olfattivo è variegato, con note dolci, speziate, una parte che ricorda il limone verde, uno sfondo amaro e un “arrotondamento” dolce che mitiga questa potenza amarognola di fondo.

Le sue proprietà stimolanti per il sistema nervoso lo rendono adatto in piccole dosi anche nei massaggi, e negli automassaggi per esempio del piede al mattino, per iniziare con vigore la giornata.

Attenzione all’odore molto intenso, va dosato attentamente!

Il Coriandolo entra a far parte del curry in cucina, e ci sono centinaia di ricette orientali e mediorientali che lo contengono.

Un libro ispirato a questa bella spezia è “La città che profuma di coriandolo e cannella”, scritto da Marie Fadel e Rafik Schami, edito da Garzanti.

Aromaterapia, Coriandolo e Cannella

 

Buona lettura…e buon Carnevale con un Coriandolo tutto speciale…quello Aromatico!

 

 

Respiro Libero e Mente Serena: Pinus Cembra, Pinus Ponderosa, Abies Grandis

Oggi parliamo di tre grandi e belle Conifere, che credo possano essere utili nel periodo invernale, soprattutto diffuse nell’ambiente, per pulire, energizzare, e con le loro proprietà balsamiche magari lenire raffreddori, influenze e quant’altro.

Partiamo dal Pino Cembro, un bel pino che arriva ai 25 metri, che ci regala un olio essenziale decisamente energizzante e intenso, vitale, dinamico.

Il suo odore intensamente resinoso, leggermente agrumato, e con una punta penetrante che sembra uno zoom diretto alla concentrazione e alla coscienza, ci porta in una foresta boschiva dove percepiamo sia la forza di questo albero, sia la sua dolcezza “da caramella”.

Quando lo annuso mi vengono in mente le caramelle balsamiche di montagna, lo trovo molto “gustativo” e non mi stupisco che possa essere utilizzato in eventuali sciroppi e caramelle appunto.

Puoi diffonderlo nell’ambiente e apprezzare il suo effetto balsamico, rinforzante, antisettico; e tutta questa sua energia diventa benefica anche in preparazioni per rinforzare i capelli (aggiunto nello shampoo per esempio).

Aromaterapia e Conifere CARLOS VELAZCO via Compfight

Il Pinus Ponderosa, o Pino giallo, ha una sfumatura olfattiva direi nettamente diversa. Maggiormente dolce, in alcuni momenti floreale quasi che lontanamente ricordasse l’Ylang Ylang, non ha nel mio sentire un andamento così penetrante come l’olio essenziale di Pino Cembro.

E’ un olio essenziale che mi porta velocemente verso il rilassamento, l’apertura, e la leggerezza.

E’ considerato un antinfiammatorio, antispasmodico, decongestionante respiratorio. E’ decisamente più dolce e suadente del Cembro, e lo vedrei più indicato per persone che hanno bisogno di un effetto balsamico e rilassante, una specie di coccola per l’anima unita a un sollievo fisico.

Arriviamo ora all‘Abies Grandis, o Abete di Vancouver, che raggiunge a volte l’altezza di 70 metri (wow!). Questa potenza infinita ci dona un olio essenziale che ha delle caratteristiche olfattive particolari. Penetrante e lievemente pungente, il suo olio essenziale è sicuramente “ispiratore”.

Dolce, con una nota di caramella, è suadente, coinvolgente e a dirla tutta, rapisce velocemente chi lo annusa! In Profumeria naturale botanica è una nota di testa/cuore, si associa bene con incensi e resine, e viene utilizzato per creare accordi “forestali”, che diano l’idea del bosco e della foresta.

Personalmente trovo questo olio essenziale ispirante, elevante, e al di là delle sue qualità balsamiche e lenitive, un olio essenziale da scegliere per avere in casa una sensazione di “altitudine” e di serenità mentale.

Tutti questi oli essenziali puoi usarli nel diffusore; se ti fa piacere avere la camera da letto profumata, ti consiglio di versare alcune gocce di queste essenze un’ora prima nel diffusore; quando vai a dormire spegnilo (altrimenti fai quasi un aerosol!). Le Conifere sono da provare davvero, perchè quando le diffondi, creano un vero e proprio “ambiente” olfattivo, riportano l’energia dei boschi, e nel caso soprattutto dell’Abies Grandis, anche un rilassamento e un senso di elevazione serena.