All posts by Elena | Aromaterapia, Profumi, Consapevolezza

profumo di mare – le lettere tra due mari di siri R.H. jacobsen

Le Lettere tra due mari è un libro appena uscito presso la casa editrice Iperborea; in esso viene rappresentato un dialogo intenso tra due mari (un oceano e un mare, entrambi di genere femminile).

Atlantica e Mediterranea sono le protagoniste di questo libro nel quale si scambiano una serie di lettere raccontando la propria vita interiore.

L’autrice è Siri Ranva Hjelm Jacobsen, di origine danese nata nel 1980. In questo libro vive un dialogo con l’artista visiva Dorte Naomi, ed è tradotta da Maria Valeria D’Avino.

Il testo parla di radici, radici che sono nell’acqua; il dialogo tra questi due esseri femminili che hanno milioni di anni è un verso percorso interiore e creativo. I temi affrontati sono la nascita, la crescita e alla fine una sorta di liberazione affrontata da due punti di vista, uno più maturo e uno più giovane.

La scrittura ritorna spesso alla sensorialità, in particolare al suono e alla sinestesia; il silenzio viene definito “verde alga”.

Da un punto di vista profumato, ricordiamo che in aromaterapia utilizziamo il Rosmarino, il Ros Marinus, ossia la “rugiada di mare”. Questo profumo, che a volte porta delle note saline, può aiutarci in diffusione dell’ambiente quando abbiamo voglia di respiro, di tono, di presenza mentale, di energia vitale.

Uno dei temi trattati è anche l’identità, l’essere se stessi; Mediterranea dice:

Un tempo ero piena e graziosa come seta. Canterellavo tutto il giorno, cullandomi nel mio vestito luccicante. Era quella la mia natura più profonda? Se è così, spero di non dimenticarmene,

In queste parole ritroviamo un pò il compito di non dimenticarci chi siamo; e ritorna la sensorialità, il tatto, il suono, la vista, il gesto.

Lettere tra due mari siri jacobsen iperborea

aromi per sentirsi leggeri

Quali oli essenziali possono aiutarci ad alleggerire il nostro umore, a farci sentire più leggeri? Se a volte percepiamo una energia ferma, stagnante, e desideriamo “sentire qualcosa di buono”, l’aromaterapia e la profumeria botanica ci possono aiutare.

Potremmo per esempio creare una sinergia da diffondere nell’ambiente:

Mandarino (Citrus reticulata) 5 gc

Bergamotto (Citrus bergamia) 3 gc

Menta (Menta piperita o Menta arvensis) 2 gc

Questa sinergia, se è di tuo gradimento, potrà donare all’ambiente che ti circonda una energia fresca, leggera, e che dona benessere. Il Bergamotto stabilizza un pò la sinergia che comunque è molto volatile, quindi sarà bene ogni tanto aggiungere nuovamente le gocce nel tuo diffusore. Gli agrumi donano buonumore, e in particolare il Mandarino coniuga dolcezza con freschezza e divertimento.

photo Elena Cobez

Ma quali altre essenze possiamo usare per sentire tonicità e buonumore?

Potremmo per esempio utilizzare l’olio essenziale di Rosmarino, che aiuta a riprendere energia e a mantenere una buona qualità di attenzione. In particolare, l’essenza di Rosmarinus officinalis chemotipo cineolo ci darà anche una sensazione di respiro che si apre.

Possiamo provare questa sinergia da diffusore:

Rosmarino (Rosmarinus officinalis) 5 gc

Menta (Menta piperita( 2 gc

Limone (Citrus limon) 4 gc

Questa sinergia è particolarmente adatta alle persone che hanno bisogno di dare attenzione a ciò che stanno facendo (sia per lavoro, che per studio, ecc.). E’ una sinergia più “decisa” rispetto alla precedente, e quindi sarà utile quando vogliamo essere particolarmente presenti a noi stessi. Possiamo sempre cambiare il numero di gocce indicate, secondo il nostro sentire.

Buoni esperimenti!