profumo di abete bianco, visioni e orizzonti

Abete bianco, Wikicommons

Uno dei miei profumi preferiti? L’olio essenziale di Abete bianco. Nessun sempreverde ha mai ispirato in me una sensazione così intensa di “orizzonte e ampiezza”.

Questo albero che può raggiungere i 50 metri di altezza, e con caratteristiche notevoli di longevità, abitante delle altitudini (si trova bene anche oltre i duemila metri), parla di slancio, costanza, e orizzonte.

E’ una pianta che ospita sia gli organi riproduttivi femminili che maschili su se stessa (condizione abbastanza comune in Natura) ma questo aspetto, associato alle sue altezze, mi ha fatto spesso pensare che fosse un simbolo di pienezza in se stesso, una sorta di raccomandazione al “bastare a se stessi”, al ritrovare il proprio femminile e il proprio maschile in se stessi, per poter crescere, prosperare, e nutrire un lungo respiro.

Il profumo è resinoso, con una nota dolce, balsamica, e ad un tratto, una parte del suo aroma ci porta verso una lucidità che parla di ampiezza e di visione “a distanza”. Una sensazione di libertà di pensiero e di visione, naturale, aperta, e lucida.

Bisogna lasciarsi andare un poco a queste sensazioni, restando in ascolto di quanto questa essenza possa parlarci. Ma se per il nuovo anno abbiamo bisogno di orizzonti…potrebbe essere un profumo da usare, sia nella diffusione d’ambiente sia come profumo da meditazione.

A presto e buon Natale!

condividere storie, condividere profumi

I profumi hanno ispirato e reso partecipi di un sentire comune attraverso memorie e evocazioni i partecipanti dell’evento culturale inserito nella giornata di Farmer&Artist: arts, tasting and market in Miramare organizzata dal GAL Carso – LAS Kras a Miramare, Museo Storico e al Parco del Castello a Trieste.

Un evento ricco di storie personali, di voci narranti; un momento di autentica condivisione, laddove l’esperienza olfattiva degli aromi ci ha permesso di raccontare qualcosa di noi stessi e ci ha fatto comprendere quanto conserviamo e viviamo sensazioni ed emozioni che sono sia uniche, personali, che condivise.

Ancora una volta insieme, un autentico “insieme”, grazie al lavoro del Gal Carso che ringrazio, in particolare nella persona di Enrico Maria Milič. Grazie a tutto il team per il suo supporto.

Le nostre storie, le nostre voci, hanno tanto da dire e dare.
Sta a noi scegliere a chi donarci.

(photo Robi Jakomin)

Corsi di Aromaterapia e Profumeria botanica per te!

×