Tag Archives: corso di aromaterapia

Via le macchie…dalla pelle! Aromaterapia e melasma (o cloasma)

Ecco le macchie sulla pelle. Ho scoperto che molte persone soffrono di questo fastidio, e oggi cerchiamo di fare qualche riflessione facendoci aiutare dagli oli essenziali.

Nella nostra Casa degli Speziali su Facebook si è letteralmente “scatenato” una dialogo su questo tema, perchè alcuni membri ne soffrono e così ci siamo messi a parlarne…Ecco alcuni estratti:

“Da circa 4 anni soffro di melasma, ho queste macchie sul viso che mi causano un grande disagio principalmente d’estate quando diventano più accentuate nonostante la massima protezione solare applicata durante tutto l’anno.”

“Capisco…io, da un anno , dopo aver partorito, ho delle fastidiose e imbarazzanti macchie sul viso soprattutto sul labbro superiore (immagina l’imbarazzo) che si accentuano nonostante utilizzi,ogni volta che metto il naso fuori casa, una protezione solare molto alta!!! E’ da un anno che provo diverse e costosissime creme schiarenti…mi sembrava di avere quasi risolto ma, con l’arrivo dell’estate e, di queste temperature torride è aumentato il problema! Elena mi ha consigliato di utilizzare olio di rosa mosqueta e, attualmente sono in cura presso lo studio di un medico estetico che mi ha dato una lista immensa di creme da utilizzare per la pelle secca…altro mio grande problema è la secchezza; sembra infatti, che la secchezza sia causa di un invecchiamento precoce della pelle e dunque macchie!!!! Anche io ne soffro tantissimo e sono fortemente a disagio…se avete qualche consiglio non esitate!”

Melasma, macchie della pelle e aromaterapia
Le macchie sulla pelle portano disagio soprattutto psicologico...

Ragazze, non è facile, ma ricordatevi che la gente che vi vuole bene davvero, non vi giudicherà mai da delle macchie, ma vi giudicherà e vi apprezzerà per quello che avete dentro!”

“Io soffro di melasma orribile su una guancia….e qui da noi c’e’ sempre il sole…”

“A volte sono stati d’animo passati e piano piano escono fuori……il trattamento??? Non so se possa bastare, ma forse in primis devi ricercare la situazione che ti ha creato quello stato d’animo….e lavorare sull’emozione che usciva in quel momento….io consiglierei a tal proposito una bella meditazione su quella situazione/emozione…”

“Ragazze,anche a me le macchie sono comparse 15 gg prima del parto e con esso sono aumentate e, anche per me, la gravidanza è stato il periodo più bello della mi vita!!! Non saprei dove andare a cercare la situazione dolorosa alla radice…”

Uno scambio che riporto solo in parte, e che ha visto molti punti di vista confrontarsi.

Da un punto di vista olistico, possiamo dire due cose:

1- che le macchie possono essere una “espulsione” di tossine verso l’esterno, collegata con un momento particolare della propria vita (anche positivo, che proprio per la sua positività magari tira fuori qualcosa che era sedimentato);

2- che oltre a tutti i prodotti schiarenti in commercio, esiste la possibilità di provare qualche ricetta di aromaterapia.

Olio essenziale di Levistico per melasma e cloasma
Il Levistico, un valido aiuto per il melasma (o cloasma)

Personalmente il mio olio vegetale preferito in questo caso è l’olio di Rosa Mosqueta.

Seguono questi oli essenziali che la letteratura scientifica di aromaterapia indica come efficaci:

1- Sedano (Apium Graveolens)

2- Levistico (Levisticum officinalis)

3- Carota (Daucus Carota).

L’idea alla base della purificazione della pelle è di distintossicare possibilmente fegato, reni e intestino. Detto questo, è possibile creare un olio con gli oli essenziali per aiutare la pelle nel suo processo di “schiarimento”. Inoltre la pelle in genere vive un processo di “decadimento” e per questo va aiutata a rigenerarsi.

Ricetta per un olio contro le macchie cutanee:

15 ml di olio di Rosa Mosqueta

5 gocce di olio essenziale di Levistico

5 gocce di olio essenziale di Sedano

5 gocce di olio essenziale di Carota

da applicare almeno due volte al giorno sulle zone iperpigmentate; non esporsi al sole dopo l’applicazione.

Ricordiamoci anche che la pelle è il riflesso del sistema nervoso, e che quindi alcune manifestazioni cutanee possono essere direttamente proporzionali allo stress (ad ampio raggio) che viviamo.

Lo stress porta anche a una veloce ossidazione, che depaupera la pelle e in generale l’organismo di risorse. L’integrazione con olio di Rosa Mosqueta può avvenire anche per bocca (senza oli essenziali); alcune aziende producono delle capsule di olio di Rosa Mosqueta come integratore alimentare. Le ho prese anch’io e mi sono trovata molto bene.

Libro su aromaterapia e oli essenziali
Ecco il libro in palio oggi..."Aromaterapia" di Clare Walters

E’ possibile fare una maschera di argilla con questi oli essenziali, e tenerla sulla parte “macchiata”  per una ventina di minuti (attenzione in caso di pelle sensibile fate sempre una prova, a volte gli oli essenziali possono risultare aggressivi anche se sulla carta non lo sono).

Anche questa settimana riprendiamo il piccolo concorso per chi legge il mio blog ed è iscritto alla newsletter…Questa volta un libro di aromaterapia!

Tra tutte le persone che lasceranno un commento qui sotto e che sono iscritte alla mia newsletter (o si iscriveranno entro domenica alle 24), estrarrò una persona alla quale spedirò gratuitamente questo testo.

Questo libro di aromaterapia mi piace perchè è molto illustrato, è fresco…e con tante idee.

Sarò felice di leggere il tuo commento, se hai avuto questa esperienza o se ti viene in mente qualsiasi cosa inerente! Ti abbraccio!

Iscrizione mailing di aromaterapia, cosmetici naturali, fiori di bach

Aromaterapia e pasticcini: oli essenziali di timo e limone in sinergia gustativa

Oh sì. Oggi sono stata proprio lì. Alla boutique pasticceria Ladurée a Milano. Per fortuna per mangiare un macaron d’autore non ho dovuto andare fino a Parigi…! Ho preso l’autobus e ci sono arrivata.

Stamattina c’era una leggera brezza…Si stava bene in giro. Vado in centro e entro in questo mondo incantato…l’arte delle combinazioni aromatiche francesi si riversa nei pasticcini Ladurée che mi attraggono per la loro combinazione gustativo-olfattiva.

Aromaterapia gustativa, olio essenziale di timo e limone
Ecco le bontà aromatiche...

Così scelgo un macaron ben particolare, quello al gusto timo-limone. Un dolce al gusto di timo? Oh sì…La maison lo presenta come un omaggio al sole (è giallo) e contiene una crema nella quale la sinergia timo e limone (essenze fortemente solari) trovano una gustosa sinergia.

Un pasticcino aromaterapico in essenza!!! Il sole, il timo…il limone…sembra un manuale di aromaterapia mediterranea.

Così parte l’analisi gustativa e olfattiva..alla ricerca della sinergia che in questo pasticcino dà ottimi risultati.

La sinergia olio essenziale di timo – olio essenziale di limone la puoi usare anche nel diffusore.

Andiamo a vedere meglio entrambi.

L’olio essenziale di timo in aromaterapia è un tuttofare, e in realtà esistono vari tipi di timo che vengono estratti, e anche l’estrazione della stessa pianta dà origine a oli essenziali molto diversi, a seconda del luogo di raccolta, del momento di raccolta ecc.

Personalmente uno dei miei preferiti è il timo linalolo, cioè Thymus Vulgaris chemiotipo linalolo, che è un timo fragrante con una nota rosata tipica del suo costituente maggiore. E’ un timo meno aggressivo di altri, e l’odore è gradevole anche se intenso. Il Timo puoi usarlo nel diffusore per pulire l’ambiente e energizzarlo, ottima idea usarlo per pulire un luogo di terapia o dove passano tante persone.

Del limone avevo parlato diffusamente nel mio articolo sull’olio essenziale di Limone; questo olio essenziale si sposa bene con il timo sia olfattivamente (e gustativamente, in dosaggi minimi) sia nei principi attivi: tutti e due antisettici, diffonderli insieme nell’aria costituisce un ottimo rimedio anche invernale per pulire l’aria di casa, quando tutti hanno il raffreddore per esempio…

Olio essenziale di limone, Aromaterapia e corsi di Aromaterapia
Le tante proprietà dell'olio essenziale di Limone in Aromaterapia

Certo, usare gli oli essenziali in cucina è possibile, ma spesso si sbagliano i dosaggi, e ovviamente è sempre opportuno verificare che gli oli che scegliamo siano commestibili (se ingeriti cioè non provochino problemi). Per esempio il timo è un olio essenziale da non ingerire puro dal mio punto di vista, ed è sicuro se diffuso nell’ambiente e se soprattutto scegli una tipologia che non abbia dentro il timolo (per esempio quello comunemente chiamato Timo Rosso) perchè certo è una sostanza efficace ma come dire…piuttosto aggressiva.

Ti invito a provare nel tuo diffusore il timo insieme al limone…e a ricordarti di questa bella sinergia anche questo inverno, quando le proprietà antisettiche dei due saranno particolarmente utili!

Se ti viene in mente qualcosa, li usi già, o hai qualche ricetta aromatica interessante…scrivi pure un commento qui sotto.

A presto!

Scegli e vai! Come eliminare le cose inutili, fare pulizia e aiutarsi con gli oli essenziali

In questi giorni sento che è il momento di scegliere. La netta sensazione personale che ho è che è arrivato il momento di fare chiarezza…L’energia di questo periodo secondo me richiede una veloce pulizia da tutto ciò che non è utile.

Per “non utile” intendo qualcosa che non sia più in armonia con quello che sei oggi, con ciò che vivi ora.

La scelta aiuta a fare pulizia…hai la sensazione di essere sommerso dagli oggetti? O potresti avere la sensazione di essere sommerso dalle cose che hai in armadio, o da quello che hai in casa, o in auto, o in garage…o in ufficio…o in te stesso…!

Cose inutili...rimedi e ricette aromaterapiche
Una valanga di roba...da eliminare!

Liberarsi dalle cose inutili non è un esercizio ascetico di rinuncia.

Fare un pò di pulizia profonda può aiutarti a:

1- renderti conto di tutti quello che hai…

2- riscoprire che hai delle cose che non ti ricordavi di avere (mi è capitato eccome!);

3- quando si è un pò più liberi, si pensa meglio e si spreca meno;

4- a volte ci sono circostanze, relazioni, rapporti che di fatto non servono più, ma che teniamo per abitudine.

Togliendo tutto questo potresti sentirti più rilassato…perchè le cose di troppo che abbiamo intorno richiedono continuamente energia per essere gestite (anche se non te ne accorgi!)

L’aromaterapia può aiutare in tutto questo? Forse sì.

A chi guarda il lato sottile e vibrazionale delle cose, non potrà sfuggire il legame olfatto – terzo occhio. Respirare un olio essenziale parla alla nostra vista interiore (se senti un aroma non ti viene in mente un’immagine?).

Alcuni oli essenziali portano naturalmente un senso di chiarezza e leggerezza. Tra tutti per esempio la menta, la più conosciuta è la Menta Piperita. Se provi a metterla nel diffusore, ti restituirà un senso di freschezza generale, con un odore pungente e sottile. Un odore direi che stimola e libera.

Spazi liberi...con l'aromaterapia e respirando oli essenziali
Spazio e libertà!

A me personalmente piace molto la Menta Arvensis, altrimenti detta menta dei campi, che ha una nota freschissima, ancora più fresca della Menta Piperita stessa, nella quale invece si percepisce qualcosa di dolce.

Messa nel diffusore, davvero sprigiona un profumo sottile e penetrante, fresco e rivitalizzante. Sconsigliata alla sera, diventa una vera gioia al mattino o durante il giorno, se hai bisogno velocemente di rivitalizzarti e magari di metterti lì a fare pulizie in tutti i sensi (all’esterno e all’interno).

Come si fa a sbarazzarsi di un pò di roba che continui a pensare indispensabile e poi di fatto non ti ricordi neppure di avere?

Pensando che senza tutta quella roba lì sei al sicuro esattamente come lo sei ora che ce l’hai. Spesso le cose che ci circondano sono una specie di copertina di Linus, che di fatto ci dà sicurezza e calore (simbolico). Di fatto poi ci ingombra, intasa, ci rende poco lucidi e ci richiede costantemente attenzione. Sei sicuro di volere tutto questo? O se non ti senti così, ti viene in mente qualche amico con questo tipo di problemi? A me sì!!!

Ecco una ricettina rinfrescante con oli essenziali mirati per aiutarti nelle “grandi pulizie d’autunno” (ti consiglio di farle ora…il momento è propizio!) – metti nel diffusore:

Un diffusore ultrasonico di oli essenziali
Sta andando il diffusore!

3 gocce di olio essenziale di Menta

3 gocce di olio essenziale di Limone

3 gocce di olio essenziale di Citronella di Java

Questo super mix lo puoi usare anche per il detersivo dei piatti e dei pavimenti, per dare una vera rinfrescata e pulita…in profondità!

Adesso mi alzo dalla scrivania e vado a buttare via qualcosa 🙂 o meglio ancora, a riciclarlo, donandolo a associazioni caritatevoli, persone nel bisogno, o mal che vada, cercando di fare almeno la raccolta differenziata.

Se decidi di fare pulizia anche tu o hai qualche riflessione in merito…scrivi un commento qui sotto! 🙂