Tag Archives: boswellia sacra

riflessioni profumate sul solstizio d’estate

Oggi scrivo per festeggiare il solstizio d’Estate. Questo momento cosi intenso che si presenta nella vita di ognuno di noi in modo diverso, ma che allo stesso tempo conserva un tratto comune per tutti. Il Solstizio d’Estate ha un’energia propulsiva, individuante, che puo’ darci una sensazione di “via tutti”… insomma di stare con se stessi oppure con gli altri che sentono la stessa esigenza. Questo energia non e’ comoda, anzi predispone a pensieri e azioni orientati alla scoperta di se stessi e all’espressione di questa unica individualita’ che ognuno di noi e’. Mi sembra che il dono piu’ grande che possiamo fare a noi stessi e agli altri, e’ proprio di favorire lo sviluppo di questa unicita’, rimanendo in relazione con gli altri e col mondo, consapevoli della massima “fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te stesso”.


Una dimensione interiore di liberta’ si puo’ conquistare anche quando le circostanze esterne non sono esattamente come vorremmo; il Sole solstiziale ci invita ad attivare il nostro sole interiore e a fare luce e portare calorie umano ovunque ci sia possibile. Ci invita anche a rintracciare la sorgente che vive in noi e che con la sua forza puo’ condurci per mano anche nei momento piu’ difficili. Il Solstizio ci invita a splendere e a riconoscere lo splendore che abita gli altri. Con questa intensita’ di luce, prepariamoci a scoprire nuove parti di noi stessi, a restare meravigliati dalla bellezza degli altri e del mondo naturale.


Accendiamo il diffusore e mettiamo della Boswellia sacra, olio essenziale di incenso (vedi qui degli approfondimenti su questo tipo di essenze nella tradizione del sacro). Oppure utilizziamo dei grani di incenso in fumigazione. Queste sono giornate che “spingono verso l’alto” e quindi non esitiamo a concederci dei momenti speciali, laddove raccoglierci e festeggiare questo momento cosi’ vivo e intenso.
Aromaticamente parlando, potremmo diffondere anche dell’assoluta di Tiglio e laddove non fosse disponibile, in questo periodo possiamo trovare facilmente un albero di Tiglio fiorito sotto il quale farci inebriare dal suo profumo dolce ed elevante.

Il Tiglio e’ un albero considerato sacro da molte tradizioni, e tra i miti greci troviamo quello di Filemone e Bauci, un mito d’amore nel quale i due vengono trasformati in quercia e tiglio, e rimangono insieme per sempre.

La meditazione con l’olio essenziale di incenso…ma quanti tipi di incenso esistono?! | Aromaterapia pratica

Olio essenziale di incenso | Corso di Aromaterapia
le peripezie degli alberi di incenso...

Hai mai annusato un olio essenziale di incenso? E’ una delle essenze più ispiranti in Aromaterapia. Questo olio essenziale unisce delle interessanti proprietà fisiche a delle proprietà sottili e di ispirazione ed elevazione. Non solo: ne esistono tanti tipi…tantissimi!

Alcuni esempi:

Boswellia rivae, cresce in Etiopia;

Boswellia carterii, cresce in Somalia;

Boswellia frereana, cresce in Somalia ed è considerata più preziosa;

Boswellia serrata, cresce in India.

Cuginetti dell’incenso sono la Mirra, l’Elemi, il Palo Santo (fanno parte sempre delle Burseracee).

In Ayurveda all’incenso sono riconosciute proprietà riscaldanti e pungenti ed è utilizzato a vari scopi:

1- come alterativo, cioè purificatore del sangue;

2- come analgesico, per i dolori alle articolazioni;

3- come ringiovanente, per la bellezza, diventa componente di creme per il viso e per il corpo;

4- come astringente, per fermare qualsiasi flusso (es. diarrea);

5- come cicatrizzante. Se un taglio fa fatica a chiudersi, è possibile versare sopra una goccia di olio essenziale di incenso.

Ricerche scientifiche hanno confermato anche il potere antiinfiammatorio dell’olio essenziale di incenso. Questo olio essenziale si può usare per le articolazioni doloranti, ed ha anche un interessante effetto antitumorale.

Alcuni usi raccomandati sono anche:

1- come anticatarrale ed espettorante,

in questo caso si possono fare fumenti versando nell’acqua una goccia di olio essenziale;

2- come antidepressivo e immunostimolante,

l’ideale sarebbe un massaggio con l’incenso o un’autoapplicazione con massaggio ai piedi;

3- per la meditazione e il raccoglimento,

versando poche gocce di questo olio nel diffusore.

Quando lo uso mi regala sempre una sensazione di elevazione e di pace. E’ un albero che cresce in luoghi desertici, e porta con sè la forza di quei luoghi. Come puoi vedere dalla foto, non teme di stare in luoghi impervi…!

Se ti piacciono gli oli essenziali puoi leggere anche:

le proprietà in aromaterapia dell’olio essenziale di limone

I tanti usi dell’olio essenziale di tea tree

Una introduzione all’Aromaterapia unita all’Ayurveda

Ti ricordo che puoi iscriverti alla Newsletter per ricevere alcune lezioni gratuite di aromaterapia e fiori di bach e gli aggiornamenti sugli articoli da leggere e altro ancora!

Da giovedì 7 aprile inizia online il corso su Aromaterapia e Fiori di Bach per la tua BELLEZZA…ti aspetto!