Tag Archives: autoproduzione

Idrolato di Menta…Freschezza, Movimento e Gusto!

La nostra amata Mentha Piperita quando viene distillata offre un idrolato che è veramente meraviglioso, soprattutto in estate, quando diventa un vero tuttofare.

Forse non tutti sanno che questo ibrido di menta è stato descritto per la prima volta alla fine del 1600 da un botanico inglese, John Ray. In particolare la pianta si distingueva – e si distingue – per il suo gradevole profumo. In effetti questa pianta era molto utilizzata anche nell’antichità tanto che le è riservato un mito – quello appunto della ninfa Myntha. Persefone, moglie di Ade, si scatenò contro di lei perchè era diventata l’amante del marito. Così la trasformò in una piccola pianta, poco interessante. Ade allora decise di fare a Myntha un dono vista la sua condizione: quello di un meraviglioso profumo, che le avrebbe permesso, anche così piccola, di essere notata.

Così anche il nostro idrolato può essere un piacevole profumo da portare sempre con noi in estate. Basta metterlo in uno spray e siamo pronti…abbiamo uno spray che è stimolante e tonico generale.

Ricordiamo che la menta cresce in terreni che devono essere ben irrigati e soleggiati; è quindi in qualche modo pianta duplice (cresce bene vicino a corsi d’acqua, quindi in stretto contatto con questo elemento, e allo stesso tempo ama il Sole, il calore). Questo binomio acqua/fuoco la caratterizza e ne fa un olio essenziale e un idrolato dagli usi variegati.

Corso di Aromaterapia emozionale olistica a Pancalieri (Torino)

[Menta di Pancalieri, presso Essenzialmenta]

Per il suo aspetto di freschezza, useremo l’idrolato anche come tonico viso (eventualmente diluito in acqua se troppo intenso) – e può essere usato fra gli ingredienti di creme autoprodotte proprio per dare sollievo (anche per esempio per rimedi per le gambe pesanti).

Da questo punto di vista, anche un semplice spray composto da idrolato di menta con idrolato di cipresso può allieviare il senso di stanchezza alle gambe.

L’idrolato di menta è anche gustoso e goloso: un cucchiaino di idrolato può essere aggiunto alle bevande estive e in tutti quei casi in cui parte della ricetta include l’acqua (che verrà addizionata di un poco di idrolato per darle un tocco in più).

Per i golosi, magari vegetariani o vegani, un’idea simpatica è tenersi uno spray con l’idrolato di menta da spruzzare su insalate fresche aggiungendo della frutta per fare un piatto tutto estivo. Da provare!

[Nel caso l’uso sia alimentare, ricordiamo che l’idrolato va conservato in frigo e che è bene leggere sull’etichetta del prodotto acquistato la scadenza].

Muffin Aromatici con Oli essenziali di Menta e Limone

Oggi scopriamo insieme una ricetta che mi permette di creare dei bei muffin golosi, con i nostri amici oli essenziali. Personalmente amo la sinergia menta – limone, per una versione dei muffin “estiva”.

Abbiamo bisogno di:

150 gr di farina 00

70 gr di zucchero

2 gocce di olio essenziale di Menta piperita (la mia preferita è la Menta di Pancalieri)

5 gocce di olio essenziale di Limone (io uso quello biologico Pranarom)

lievito

90 ml di latte parzialmente scremato

1 uovo

50 gr di burro

[personalmente uso tutte materie prime o artigianali, di produttori locali, o biologiche].

Muffin aromatici con oli essenziali

Aggiungiamo allo zucchero le gocce dei due oli essenziali.

Prepariamo la fase A, che è costituita dalla farina, alla quale aggiungiamo zucchero aromatizzato e lievito.

Prepariamo la fase B, con uovo, latte e burro che è stato fatto fondere a bagnomaria. Mescoliamo bene.

Incorporare la fase B nella fase A. Mescolare molto bene, deve diventare una sorta di crema densa, niente grumi.

Versiamo il nostro preparato nei pirottini. Preriscaldiamo il forno a 180 gradi. Mettiamo a cuocere i nostri muffin per 20 minuti circa.

Verranno dei bei muffin golosi, con un profumo delicato e un gusto delizioso, che potrai poi modificare a tuo piacimento in successivi esperimenti.

Puoi anche provare a fare i biscotti con oli essenziali, trovi qui la ricetta.

Qui puoi approfondire la conoscenza dell’olio essenziale di Menta di Pancalieri.

 

Olio essenziale di Ginepro e qualche spunto per i Reumatismi

Adoro il Ginepro. Quando vado a camminare in montagna, e a volte me lo trovo a fianco, con tutti i suoi bei aghetti che mi permettono di raggiungere le sue bacche (i galbuli) solo a essere disposta a pungermi (ma io che ho le dita attente, dopo un pò di tentativi ho imparato a raccogliere una bacca o due con destrezza), penso che trovarlo nel cammino sia sempre di buon auspicio.

Incontrare un Ginepro è ritrovarsi davanti ad un essere che non grida, ma cortesemente e in modo attento osserva e come dire, tiene le giuste distanze. Le bacche per me sono come caramelle, le trovo di un dolce-amaro aromatico piacevolissimo.

Olio essenziale di Ginepro e Aromaterapia

Il Ginepro mi ha sempre parlato di “profondità“, di un qualcosa che sa “entrare dentro”, e da questo punto di vista sicuramente interessante per il tema dei reumatismi, che riguardano le articolazioni e che quindi richiedono delle sostanze che possano aiutare il corpo a detossinarsi e disinfiammarsi non in superficie.

Questa bella pianta è conosciuta anche per le sue proprietà diuretiche, ed ha anche qualità antisettiche. Potremmo dire, nell’insieme, che è una pianta che parla di purificazione, a più livelli, e che come tale, risulta di aiuto in casi come i reumatismi.

Per un approccio di base, possiamo prendere in considerazione un olio aromatico:

20 ml di olio di Noccioli d’Albicocca

10 ml di oleolito di Iperico

15 gocce di olio essenziale di Ginepro

10 gocce di olio essenziale di Menta Piperita.

Uso da anni sinergie come queste, e mi hanno sempre portato beneficio; chiaramente si può aumentare la complessità del preparato, ma per un uso casalingo, penso sempre che ci vogliano cose efficaci di semplice composizione…

A presto!

Walnut, Cipresso e Pino Cembro: Cambiare rimanendo Fedeli a Se stessi

Il Noce (Walnut) è uno dei fiori di Bach forse più conosciuti. Dal mio punto di vista resta uno dei rimedi di Bach fondamentali, perchè lavora su una tematica che è universale, cioè il “cambiamento” e il restare fedeli a se stessi.

Possiamo leggere anche simbolicamente la noce, e questa idea di protezione e unità viene immediatamente, se guardiamo al frutto.

Juglans Regia fiore di Bach Walnut

Quindi Walnut si presenta come un fiore di Bach importante, che restituisce l’idea di forza, stabilità, difesa, all’interno anche di cicli di cambiamento e di influenze esterne difficili. Potremmo usarlo per esempio anche per la creazione di uno spray personale, per proteggere l’aura, per relazionarci meglio con un ambiente difficile (può essere da un punto di vista delle persone, ma anche da un punto di vista di inquinamento atmosferico, che è anche inquinamento vibrazionale).

Uno spray potrebbe essere così composto:

vodka 40 gradi 30 ml

20 gocce Walnut

e se a questo effetto vuoi aggiungere un odore che ti riporti verso te stesso, puoi aggiungere

20 gocce di olio essenziale di Cipresso

o se hai bisogno di una sensazione di sollievo, forza, dinamicità, puoi aggiungere

20 gocce di olio essenziale di Pino Cembro.

La quantità di olio essenziale è variabile, dipende dalla tua sensibilità olfattiva, puoi arrivare anche a 60 gocce.

Gli oli essenziali estratti da Cipresso, Pini, Abeti sono intensi, vivi, e tra di loro si differenziano per qualità olfattiva e proprietà.

Il Cipresso si abbina bene al fiore di Bach Walnut in quanto ne condivide in qualche modo la centratura verso l’interno, il portare l’attenzione della persona a se stessa per guardarsi dentro più che guardare fuori. Odore penetrante e rapido, veicola velocemente verso se stessi.

Il Pino Cembro, con la sua forza e bellezza, ritempra, rinforza, stimola, sostiene: un olio essenziale che ci ricorda le foreste in pochi secondi. Migliora la circolazione sanguigna, riscalda, e ritempra, diventando un olio essenziale di elezione per spray ambientali e spray personali per chi sente di aver bisogno di energia durante la giornata.

La sinergia tra il fiore di Bach Walnut e questi oli essenziali può permetterti di sperimentare nuove soluzioni, da portare con te tutti i giorni. Credo sia sempre più importante avere semplici strumenti che possano rendere il nostro quotidiano più ricco di energia e benessere; il livello vibrazionale che manteniamo durante la giornata ha conseguenze nel tempo a tutti i livelli, dal livello fisico allo psicologico, ed è quindi importante rendersene conto e prendersene cura. Buoni esperimenti!

La Via del Benessere è una Via interiore che si prende cura della Terra che ci ospita

Noi siamo immersi in un campo sottile, energetico, del quale non siamo consapevoli normalmente. Questo campo interconnesso, esiste da sempre, e lo possiamo vedere in azione in Natura sia nel regno animale che nel regno vegetale.

Lo studio degli Oli essenziali e delle piante dai quali provengono ci permette di comprendere ancora meglio tutto ciò, e di comprendere ancora un aspetto ulteriore: il nostro Benessere origina da noi stessi e ha come diretta conseguenza il prenderci cura proprio del regno naturale, nel quale siamo immersi e del quale facciamo parte.

Se ti dicessi che tu non sei una persona sola e separata – ma che invece sei una persona che è parte interconnessa di una coscienza collettiva, e puoi essere sostenuta dagli altri esseri viventi (di ogni specie) e che l’uso delle sostanze naturali è uno di questi supporti disponibili?

Oli essenziali e Aromaterapia

La Terra è ciò da cui proveniamo, tutti, ed è il nostro contenitore (la “madre”), ed essa è per noi fondamentale – per il nostro Benessere è assolutamente essenziale. Anche se molti di noi hanno compreso questo, forse non capiamo fino a che punto sia reale: usare gli Oli essenziali, i fiori di Bach, gli estratti naturali, è a tutti gli effetti cercare un Benessere che è dovuto non solo alla naturalità delle sostanze che usiamo, ma anche alla loro “intelligenza sottile” che parla al nostro corpo e alla nostra anima. Fra noi e gli altri esseri viventi (intendo anche i vegetali) ci può essere uno scambio non solo di proprietà riconosciute fisicamente, ma anche di sostanze sottili delle quali ci nutriamo allo stesso modo.

Così come Masaru Emoto ha dimostrato che una parola come “amore” crea nell’acqua una forma armonica, e altre parole negative invece creano forme disgregate, possiamo capire quanto una sostanza, una crema, un unguento fatti con amore, attenzione e cura abbiano un potenziale di Benessere molto maggiore di qualsiasi prodotto fatto su logiche diverse.

Che senso ha una Cosmesi naturale olistica? Ha un senso che va molto oltre quello che vediamo. Qui si tratta di comprendere perchè i segni della pelle, del volto, del corpo siano un linguaggio che sta cercando di parlarci frutto di squilibri che possono essere pian piano riportati a armonia, o equilibri che si possono mantenere e consolidare. Per fare questo, abbiamo bisogno di una comprensione profonda, organica delle sostanze che possiamo utilizzare (dagli Oli vegetali, agli Oli essenziali, ai fiori di Bach).

Fare Aromaterapia oggi non significa solo usare boccette di essenze e riempirsi la casa di flaconi (succede anche questo…!). Fare Aromaterapia oggi significa prendersi cura e comprendere tutta la filiera produttiva di un olio essenziale (dal campo, alla distillazione, all’uso dell’Olio essenziale e dell’Idrolato, alla preparazione di Creme, Unguenti, Profumi). Significa guardare alle piante e iniziare a comprenderne i messaggi sottili e gli aspetti simbolici. Significa rendersi conto che la nostra esistenza ha molti più piani di quello che pensiamo, e che se quei piani sottili non vengono nutriti possiamo avere tutto il cibo e le risorse materiali che vogliamo, ma ci sentiremo sempre stanchi, demotivati, o ansiosi…o arrabbiati.

Corso di Aromaterapia e Psicoaromaterapia

Fare Aromaterapia oggi richiede la comprensione che in questo campo unificato che è la Terra e il Cosmo, noi siamo una parte non casuale, e che ognuno di noi può trovare il suo pezzo di puzzle interiore per capire dove collocarsi nella Rete della Vita. Gli Oli essenziali ci insegnano cosa vuol dire Sinergia, cosa sia il piacere, la soddisfazione, la pienezza…l’Olfatto può essere il nostro maestro su una Via di Chiarezza e Autocoscienza.

Fare Aromaterapia oggi è iniziare una strada di Autocoscienza. Siamo in un momento di grande cambiamento e questo cambiamento richiede di vedere le cose in modo allargato e consapevole. Gli Oli essenziali sono lì anche per questo, sono compagni di vita da conoscere perchè ci cambiano e migliorano la vita davvero.

Il tuo Benessere è fondamentale, non solo per te che leggi, ma anche per le persone che ti stanno accanto. Se ti senti meglio, si sentono meglio anche le persone che hai vicino, e anche quelle più lontane. Prendiamoci la responsabilità del nostro Benessere, come atto di vera generosità verso tutte le persone che ci vogliono bene. E risvegliamoci finalmente alla comprensione che siamo parte di un Tutto che di continuo ci parla attraverso le sue molte espressioni…!