Tag Archives: corso massaggio infantile

Idrolato di Camomilla per la Cosmesi del Bambino e il Massaggio infantile

Quando parliamo di Aromaterapia in genere pensiamo all’uso degli oli essenziali. Una parte significativa dell’Aromaterapia meno conosciuta è l’uso degli idrolati, che sono le acque profumate prodotte dalla distillazione in corrente di vapore dell’olio essenziale. Queste acque aromatiche si formano naturalmente durante il processo di estrazione, e contengono tracce dell’olio essenziale distillato; sono sostanze molto interessanti perchè meno aggressive in genere dell’essenza e ideali per gli usi cosmetici.

La Camomilla romana è un bel fiore dal quale viene distillato un olio essenziale prezioso, e un idrolato. In particolare l’idrolato ha proprietà antinfiammatorie, calmanti e antidolorifiche. Per questo può essere utilizzato per la pulizia del viso del bambino, anche dopo un massaggio. Se pratichi il massaggio infantile al tuo bimbo, quando hai finito, puoi detergergli delicatamente il viso con dell’idrolato di Camomilla. In questo modo rimuovi l’olio rimasto e dai un effetto piacevolmente rilassante e calmante al bimbo – è una pratica che consiglio spesso ai miei corsi di formazione per insegnanti di massaggio infantile ayurvedico.

Aromaterapia e idrolato di Camomilla romana per il massaggio infantile Chiot’s Run via Compfight

Quando usiamo le sostanze aromatiche ricordiamoci che esse interagiscono sia sul piano fisico che sul piano emozionale-sottile; gli oli essenziali possono essere calmanti, equilibranti, tonificanti.

Utilizzando l’idrolato di Camomilla, abbiamo un piacevole effetto antinfiammatorio che si unisce a un buon effetto di rilassamento; puoi mettere anche un cucchiaio di idrolato nel bagnetto del bambino.

Puoi usare questo idrolato per lenire la pelle del bambino qualora fosse arrossata, e in generale come antinfiammatorio anche per la pelle adulta.

L’uso dell’idrolato ti permette di avere una sostanza particolarmente dolce nell’effetto, ad una giusta concentrazione, e frutto di una distillazione (quindi, se volessimo leggere il processo da un punto di vista simbolico, potremmo dire “frutto di una purificazione”). In questo senso avremo tra le mani un prodotto cosmetico completamente naturale e che potremo usare sia per il bambino che per tutta la famiglia.

Ricette di oli vegetali e essenziali per il massaggio infantile

Il massaggio infantile è una pratica deliziosa, che permette di amare la pelle del proprio bimbo attraverso le mani, e ricevere la sua gioia sotto forma di piccoli sorrisi e movimenti.

Spesso per il massaggio infantile viene indicato l’olio di mandorle dolci come unica possibilità; e a volte si utilizzano anche oli che non sono tali, e che per esempio contengono “profumi”, cioè sostanze di sintesi chimica.

corsi di massaggio infantile e aromaterapiaCreative Commons License Pawel Loj foto

Chi ha seguito i miei corsi, sa quanto tengo all’utilizzo di sostanze solo naturali sui bambini (e a dire la verità, anche sugli adulti). Gli oli vegetali sono quanto di meglio secondo me possiamo dare alla nostra pelle e a quella dei nostri piccoli.

Vediamo alcune ricettine che secondo me sono adatte alla pelle dei piccoli per il massaggio infantile. I dosaggi sono indicativi.

Ricetta del massaggio nutriente (per preparare un flacone da 50 ml)

25 ml olio di mandorle dolci

25 ml olio di cartamo

1 goccia di olio essenziale di camomilla (opzionale – non più di una goccia!)

Ricetta del massaggio che non unge (per preparare un flacone da 50 ml)

40 ml olio di jojoba

10 ml olio di vinaccioli

1 goccia olio essenziale di lavanda angustifolia (da preferire agli ibridi di lavanda)

Ricetta del massaggio invernale

25 ml olio extravergine di oliva leggero (del Garda, o Ligure)

10 ml olio di nocciola

15 ml burro di karitè (da sciogliersi preventivamente ad una temperatura di 30 gradi, e poi aggiungere gli altri oli)

Ricetta del massaggio per la sera

40 ml olio di jojoba

10 ml olio di baobab

1 goccia olio essenziale di lavanda angustifolia (da preferire agli ibridi di lavanda)

Massaggio infantile e ricette di oli vegetali e essenziali Jun Aviles foto

 Ricordiamoci che la pelle del bambino è:

1- sottile, quindi gli oli vegetali sono l’ideale per nutrirla e sostenerla nel suo processo di formazione;

2- facilmente assorbe le sostanze, quindi evitiamo i profumi e facciamo un uso ristretto delle essenze (almeno fino ai tre anni);

3- è sensibile, quindi dobbiamo aiutarla a gestire il rapporto con l’ambiente esterno.

Tutti gli arrossamenti della pelle dei bambini possono essere leniti utilizzando l’oleolito di calendula.

Ti auguro tanti bei massaggi al tuo piccolo…aiutiamolo a crescere sano e nutrito da prodotti interamente naturali, che sono un vero cibo e nutrimento per la pelle sia dei piccoli che degli adulti.

Potrebbe interessarti anche:

L’olio essenziale di lavanda e i bambini indaco

Aromaterapia per il bambino interiore e per l’infanzia

I corsi di formazione per insegnanti di massaggio infantile ayurvedico

 

Nutrire la pelle e il corpo: gli oli vegetali

Esploriamo insieme questo mondo, che fa parte per me dell’Aromaterapia, in quanto gli oli vegetali sono veicoli importanti degli oli essenziali, sia se li usiamo in unguenti e creme, sia se prepariamo un olio da applicare sul viso o sul corpo, e usare così un semplice “cosmetico naturale”.

 Oli vegetali come cibo per la pelle e il corpo Andreas Levers via Compfight

Il mondo degli oli vegetali è veramente ampio, e siamo stati abituati a pensarli divisi in due categorie nette, gli oli che si mangiano e gli oli che si usano per la pelle. Questo punto di vista va secondo me superato (come tra l’altro insegnano tutte le medicine antiche, come l’Ayurveda) e dobbiamo imparare di nuovo a guardare agli oli come Cibo e Nutrimento sia per il nostro corpo per via interna, sia per via esterna.

Ogni tradizione antica ha avuto un suo olio preferito; da noi nel mediterraneo l’olio vegetale per eccellenza è stato l’olio di oliva; mentre per esempio per l’Ayurveda, la medicina indiana antica, l’olio preferito è il sesamo. Così per altre culture, per esempio quella egizia, altri oli erano importanti; per esempio quello di ricino.

Oggi disponiamo di molte conoscenze in merito ai più diversi oli vegetali, ma forse sappiamo poco del perchè siano così importanti. La prima cosa da comprendere, è che applicare dell’olio sulla nostra pelle equivale a darle del nutrimento; e che quindi fare “cosmesi naturale” significa di fatto vedere la cura della Bellezza come Nutrimento. Questo è il mio orientamento, ed è un orientamento che mi è stato confermato dai tanti risultati conseguiti in questi anni, per la mia pelle, e per quella dei miei amici e allievi 🙂

prodotti ayurvedici e oli ayurvedici

La cosmesi naturale con gli oli vegetali è una Nutrizione che esalta le capacità naturali della pelle di essere elastica, idratata, e resistente.

Gli acidi grassi essenziali, omega 3, 6, 9, contenuti negli oli vegetali, aiutano le membrane delle cellule della pelle a strutturarsi, rendendola più tonica. Le vitamine contenute negli oli aiutano la pelle a rigenerarsi, e agiscono in sinergia con gli acidi grassi essenziali salvaguardandola e nutrendola.

Una vera “oleazione” del corpo può essere fatta sia per via interna che per via esterna: per via interna, mangiando gli oli vegetali utilizzandoli come condimento, per esempio di insalate e verdure; per via esterna, utilizzando gli oli come rimedi di bellezza, o creando unguenti e creme adatti alla propria pelle e alle proprie necessità. Ovviamente, per chi ama farsi coccolare, è possibile anche ricevere un bel massaggio! E ricordiamoci anche l’importanza di questi oli per i bimbi, e nel massaggio infantile.

Secondo me tra gli oli vegetali più interessanti per la cura della pelle ci sono:

– olio di mandorle dolci;

– olio di jojoba;

– olio di rosa mosqueta;

– olio di noccioli d’albicocca.

Per la cura dei capelli:

– olio di jojoba;

– olio di argan;

– olio di noccioli d’albicocca,

– olio di avocado.

Questa scelta è puramente a scopo esemplificativo, in realtà tutti gli oli vegetali sono utilizzabili sul corpo con buoni risultati, a seconda delle loro componenti.

Nel nostro corpo ci sono delle molecole chiamate “prostaglandine”. In massima sintesi, alcune di esse sono benefiche, mentre altre stimolano i processi infiammatori. La combinazione degli omega 3,6,9 con una buona dieta stimola la produzione di prostaglandine “buone” e inibisce la formazione di quelle “cattive”.

L’uso nell’alimentazione degli oli vegetali quindi ha un senso ampio, non solo relativo alla pelle ma al buon funzionamento dell’intero corpo.

Vedremo in articoli successivi maggiori dettagli sull’uso degli oli vegetali…a presto!

Potresti essere interessato anche a:

I tanti usi dell’olio essenziale di Limone

L’uso dell’oleolito di Calendula

L’uso dell’oleolito di Iperico per il corpo e nel massaggio

Come fare un oleolito