Category Archives: Punti Marma Ayurveda

L’uso dello zafferano in cosmesi antica – Crocus sativus e Ayurveda | Corso di Aromaterapia ayurvedica

Olio essenziale di Zafferano in Aromaterapia e Ayurveda

Lo Zafferano, sin dai tempi antichi, è sempre stato considerato prezioso. Il commercio di zafferano fu fiorente anche nel medioevo, tanto che già all’epoca esistevano le adulterazioni (la vendita cioè di piante simili…al prezzo di quelle vere!).

In Ayurveda lo zafferano viene usato come purificatore del sangue e come antiinfiammatorio. E’ considerato un afrodisiaco, oltre ad avere la particolare capacità di espandere le qualità di tonico di altre erbe (ad esempio Shatavari). E’ una pianta adatta alle donne, anche se l’odore attrae anche l’uomo che potrebbe usare l’Attar di Zafferano come profumo.

L’Attar di Zafferano è prodotto distillando gli stigmi del fiore dello zafferano in corrente di vapore, fissandolo nell’olio di sandalo. Il mix delle due essenze crea una profumazione che ricorda l’incenso e non a caso in Ayurveda questa pianta è considerata sattvica e portatrice di devozione (Bhakti).

La prima parte dell’Attar consiste in una nota d’incenso, di chiesa, alla quale segue un profumo frizzante e profondo (dato dal sandalo). Questo Attar è considerato il più importante per il chakra del cuore.

Lo zafferano fa parte di diverse formulazioni di oli ayurvedici, una delle quali è il Kumkumadi Taila. In questo caso lo zafferano dona lucentezza alla pelle e altre componenti del taila sono usate come antirughe e riparatrici della pelle.

Nella tradizione erboristica occidentale questa pianta così particolare e i suoi stigmi sono usati per regolare le mestruazioni e come antispasmodico, proprietà che gli vengono riconosciute anche in Ayurveda, nella quale è considerato un ottimo regolatore del sistema ormonale femminile.

Per il massaggio, un olio allo zafferano risulta interessante:

1- come antispasmodico, avendo anche funzione di equilibrante (rilassa e tonifica);

2- per migliorare la lucentezza della pelle;

3- come nutriente per un massaggio specifico per la donna, sebbene questa pianta non sia raccomandata in gravidanza.

Da un punto di vista sottile, lo zafferano eleva il chakra del cuore e restituisce una serenità trascendente. Questa qualità dal mio punto di vista viene ulteriormente rinforzata dalla presenza dell’olio essenziale di sandalo, col quale si sposa perfettamente.

Entriamo nel mondo degli Attar: il profumo celestiale dell’Attar di Michelia Champaca, delle Magnoliacee

Corso di Aromaterapia | Michelia champaca attar
Michelia champaca...un miele

Ieri ho avuto modo di sentire, dopo tanto tempo, l’odore della Michelia champaca, più comunemente conosciuta solo col nome di Champaca.

Questo albero cresce soprattutto in Oriente, ed è conosciuto per essere una fragranza pregiatissima in campo profumiero.

Con questa meraviglia si distilla un attar, chiamato anche “Champa Attar“, che unisce la distillazione del fiore di Champaca all’olio di sandalo.

Gli attar sono profumi naturali creati attraverso una distillazione in corrente di vapore che va a fissarsi su una base di olio di sandalo.

Normalmente vengono distillati a mano, artigianalmente, e questa produzione oggi è una rarità perchè è stata sostituita da distillazioni industriali e spesso anche sostituzioni chimiche, dovute a una scelta di prezzo e di mercato.

Questo attar ha colore giallo intenso e sprigiona immediatamente all’olfatto delle note di cuore ricchissime. L’odore che più si avvicina è il miele, un miele intenso, caldo, che associa l’odore della vaniglia al limone.

Questo attar di Champaca è adatto a confortare, rincuorare, rinforzare il nutrimento del chakra del cuore. Per la sua potenza calda e avvolgente, è indicato anche nel trattamento dei punti marma del torace.

Corso di Aromaterapia | olio essenziale di Michelia champaca
Le note mielate...

Utilizzato per creare un unguento, diventa un balsamo per il cuore, utile anche per i bambini, in piccole dosi.

L’energia più densa dell’olio essenziale di Sandalo si sposa con facilità con la ricchezza dell’olio essenziale di Champaca. Il Sandalo porta note di terra e legno più marcate, che si uniscono a quelle vibranti e ispiranti della Champaca (che è una Magnoliacea e ricorda l’odore della Magnolia). Un odore di terra esalta il profumo di miele del quale si percepiscono prima le note sottili, che ricordano la Magnolia, e subito dopo il cuore mielato della stessa essenza, che ritorna a dialogare col corpo del Sandalo. E’ un circuito virtuoso, che dona serenità, appagamento, sensualità e un benessere direi di altri luoghi.

Sarò felice di condividerlo con voi durante i corsi di Massaggio ayurvedico e Aromaterapia e i corsi di autoproduzione di oli ayurvedici e mediterranei, creme e unguenti a Milano!

A presto per altre notizie e descrizioni di Attar!

Se sei interessato all’olio essenziale di Sandalo leggi qui

Come unire l’Ayurveda all’Aromaterapia?

Il trattamento dei punti Marma in Ayurveda

La magia dell’olio essenziale di Sandalo e le sue tante proprietà | Corso di Aromaterapia

Olio essenziale di Sandalo | Corso di Aromaterapia
il misticismo dell'incenso e del sandalo...

Il legno di Sandalo è in uso in India da millenni…

• Viene bruciato all’interno dei templi per profumare e pulire l’aura dei luoghi e delle persone

• Vengono costruiti mobili col suo legno

• Viene distillato un olio essenziale pregiatissimo (Santalum album)

• Il Sandalo è una della materie più antiche in uso come incenso

• Il Sandalo viene usato anche per la cosmetica, in particolare la polvere di sandalo. In India se ne fa un uso estensivo senza pensare alle conseguenze…

La fragranza del Sandalo porta pace interiore, pulisce l’aura, porta le mente verso la quiete.

Una delle meraviglie dell’olio essenziale di Sandalo è che MIGLIORA NEL TEMPO. Nel tempo cioè acquisisce sfumature più profonde che di fatto ne valorizzano ancora la trama olfattiva. Il luogo più legato alla produzione di oggetti e prodotti di Sandalo è Mysore, nel sud dell’India. Purtroppo l’uso estensivo e cieco di questo albero ha messo in pericolo la sua esistenza e attualmente il Santalum album indiano è raro, costoso, e gli alberi sono sotto protezione governativa.

Un altro Sandalo, dalle qualità olfattive gradevoli è il Santalum Austrocaledonicum, il più usato ora in aromaterapia per la sostenibilità della sua produzione (anni fa non si parlava di sostenibilità e quindi venivano usate alberi e piante senza pensare alle conseguenze…che si sono poi viste e sono state disastrose).

Se vuoi guardare un estratto della lezione online che ho tenuto sul Sandalo vai a questo link

Corso di Aromaterapia – l’olio essenziale di Sandalo

In sintesi le proprietà del sandalo:

1- Rilassante potente

2- Decontratturante

3- Anti-infiammatorio, anti-Pitta

4- Adatto alla meditazione in diffusione

5- Tonico della circolazione venosa e linfatica

6- Equilibrante nervoso

Una vera meraviglia, sotto ogni punto di vista.

Altri articoli che possono interessarti…

La meditazione con l’olio essenziale di Incenso

Aromaterapia ayurvedica: cosa significa usare l’aromaterapia in Ayurveda?

Che cosa sono i punti Marma in Ayurveda?

Giovedì 7 aprile inizia un corso online di aromaterapia e fiori di Bach per la Bellezza e il Benessere

A che cosa serve il trattamento dei punti Marma in Ayurveda?

Massaggio ayurvedico e trattamento dei punti Marma
Un punto...di energia

La pratica ayurvedica dei punti Marma si divide in due filoni principali:

1- l’uso dei punti Marma nel massaggio ayurvedico, secondo un percorso che si inserisce nel massaggio con l’olio;

2- l’uso dei punti Marma in trattamenti che non usano olio e non sono massaggi.

In genere chi studia massaggio ayurvedico impara la pratica di base, che è quella di utilizzare i punti Marma in sequenza sul corpo. Questo tipo di massaggio è utile perchè sblocca i canali energetici del corpo sottile, essendo i Marma dei punti particolari e fondamentali per la circolazione del Prana.

Oggi vorrei soffermarmi però sulla pratica dei punti Marma senza olio e senza massaggio, che è un tipo di trattamento in uso in Ayurveda da millenni e con scopi più mirati del massaggio stesso.

Per eseguire il trattamento dei punti Marma in questo modo bisogna conoscerne le qualità, uno ad uno. Molti affermano siano 108, altre fonti che ho incontrato ne contavano fino a 117.

Ogni punto Marma ha una sua qualità particolare, anzi ne ha una serie.

1-Esso è associato ai dosha, e anche ad alcuni specifici subdosha.

2- Se stimolato apporta dei benefici specifici.

3- Ha una serie di indicazioni per le quali viene usato.

4- Ogni nome dei Marma ha un significato specifico.

5- Ogni punto Marma può essere trattato non solo con la pressione, ma anche con A- l’uso di oli essenziali sul Marma stesso; B- l’uso degli Attars sul Marma; C- l’uso di specifici mantra e colori durante il trattamento del Marma.

6- I punti Marma sono adatti anche a equilibrare Prana, Tejas, Ojas.

7- I Marma alleviano non solo condizioni fisiche generate dallo squilibrio dei dosha ma anche condizioni emotive (paura, ansia, nervosismo, rabbia, invidia, depressione ecc.).

8- Alcuni punti Marma si possono usare anche nel massaggio infantile e neonatale ayurvedico per rilassare i bambini.

In questo senso il trattamento dei Marma non necessita sempre di oleazione, ma può avvenire a secco, anche con la persona vestita in modo comodo.

Trattamento e massaggio ayurvedico dei punti Marma
L'energia dei punti Marma

Se sei interessato a questo argomento, ti consiglio di leggere “Guarire con la terapia dei Marma”, edito da Ed. Il Punto d’Incontro, che è un libro che indica precisamente i punti e ne dà una descrizione piuttosto accurata.

I Marma sono delle porte aperte attraverso le quali noi possiamo leggere gli squilibri energetici del corpo e aiutare il sistema corpo-mente-anima a trovare di nuovo un equilibrio.

Se puoi essere interessato a ricevere un trattamento dei punti Marma, contattami.

Se puoi essere interessato al massaggio ayurvedico leggi questo articolo introduttivo.

A presto per altre notizie su questi interessanti punti!